Ronaldo al Napoli, Spalletti fa chiarezza: “Vi spiego come stanno le cose”

0
374

Nella conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Fiorentina, Luciano Spalletti ha parlato anche del possibile approdo di Ronaldo al Napoli.

Domani alle ore 20:45 il Napoli sarà di scena al Franchi per affrontare la Fiorentina nella partita valevole per la terza giornata di Serie A. Gli azzurri sono partiti alla grande in questo campionato, con vittorie roboanti contro Verona e Monza ed ora sono attesi dal primo vero test stagionale. La Viola ha collezionato 4 punti nelle prime due giornate, battendo la Cremonese e pareggiando 0-0 il derby toscano contro l’Empoli.

Spalletti Luciano
L’allenatore del Napoli Luciano Spalletti (LaPresse)

Come riconosciuto anche da Mario Rui a Kiss Kiss Napoli, la Fiorentina  è sempre un avversario ostico per il Napoli ed anche stavolta cercherà di mettere il bastone tra le ruote agli azzurri. Quest’oggi è toccato a mister Luciano Spalletti presentare la sfida del Franchi, con il tecnico toscano che ha voluto anche fare chiarezza sul possibile approdo di Cristiano Ronaldo in azzurro di cui tanto si sta parlando.

Spalletti allontana Ronaldo: “La vedo dura si possa fare una cosa del genere”

Luciano Spalletti Napoli
Luciano Spalletti (LaPresse)

La partita contro la Fiorentina è il primo vero test stagionale per il Napoli dopo un inizio convincente, ma inevitabilmente le voci che vogliono Cristiano Ronaldo al Napoli hanno spostato di molto l’attenzione di addetti ai lavori e tifosi. Inevitabile, dunque, la domanda per Spalletti a cui è stato chiesto se gli farebbe piacere allenare un fuoriclasse come il portoghese.

Il tecnico toscano ha fatto capire che gli piacerebbe di certo allenare Ronaldo, ma allo stesso tempo ha dichiarato come il presidente De Laurentiis non abbia ricevuto offerte al momento: “Parlando con ADL mi ha detto che non ha ricevuto niente di vero e mancano pochi giorni, la vedo dura si possa fare una cosa del genere” ha ammesso, aggiungendo però come questo sia un suo pensiero e che il resto dipende dal ds Giuntoli.

Spalletti, dunque, pur allontanando Cristiano Ronaldo, non ha chiuso completamente le porte all’arrivo del portoghese che resta molto complicato. Difficile, inoltre, che il Napoli si privi di un giocatore come Osimhen a pochi giorni dalla fine del mercato, con l’agente del nigeriano Calenda che ha smentito anch’egli la possibile partenza dell’ex Lille.

Riguardo ad Osimhen, a Spalletti è stato chiesto se il giocatore sia pronto per giocare o se sia distratto dal mercato. Il tecnico toscano ha risposto che il mercato è sempre aperto per Osimhen poiché è un giocatore forte e che il rischio di distrarsi c’è sempre per giocatori top come lui.

Spalletti avverte: “Non dobbiamo permetterci distrazioni contro la Fiorentina”

Spalletti Italiano
Luciano Spalletti assieme all’allenatore della Fiorentina Vincenzo Italiano (LaPresse)

Lo scorso anno, la Fiorentina ha dato molti dispiaceri al Napoli, eliminandolo dalla Coppa Italia e battendolo al Maradona, tagliandolo di fatto fuori dalla lotta scudetto. Spalletti ha speso parole di elogio per la Fiorentina, affermando come sia una squadra costruita bene da parte di Italiano che sta facendo il suo lavoro in maniera perfetta e rimarcando come quella di domani sia una gara molto difficile.

Il tecnico toscano ha voluto dare un avvertimento ai suoi giocatori, affermando come lo scorso anno la Fiorentina sia riuscita ad imporsi anche a causa di errori di distrazione: “”Ci siamo concessi distrazioni che poi ci sono costati i risultati” – ha dichiarato Spalletti pur riconoscendo che il Napoli giocò bene quelle partite – “Poi abbiamo pagato gli episodi, non dobbiamo permetterci questi episodi, ma restare accesi sempre” ha sottolineato il tecnico toscano, affermando come sarà questo particolare a fare la differenza.

A Spalletti è stato poi chiesto anche se sia soddisfatto del mercato, con il tecnico toscano che ha risposto come lui lo sia sempre stato, anche prima che le operazioni fossero ufficializzate. Riguardo al portiere, Spalletti ha elogiato Meret per quanto fatto nelle prime due giornate e che in porta la squadra è messa bene, avendo come secondo un portiere di livello come Sirigu.