Col Lecce il primo turnover stagionale: cosa si aspetta Spalletti

0
322

Il Napoli affronta il Lecce nel primo turno infrasettimanale del campionato. Quali scelte farà l’allenatore Luciano Spalletti e cosa si aspetta dalle rotazioni nel match di domani sera al “Maradona”

Agosto non è ancora finito e il campionato di Serie A è già entrato nel vivo. Mercoledì si gioca già la quarta giornata di campionato, portata dal primo turno infrasettimanale della stagione. Per il Napoli impegno interno contro il neopromosso Lecce, che domenica scorsa ha conquistato il primo punto stagionale con il pareggio di Empoli. Quella del Napoli entra nel vivo, visto che è già cominciato un vortice di partite che porterà gli azzurri a debuttare in Champions League il 7 settembre contro il Liverpool, per poi riprendere senza soste il campionato.

spalletti
Col Lecce il primo turnover stagionale: cosa si aspetta Spalletti (Ansa)

Per questo motivo l’allenatore Luciano Spalletti deve fare subito i conti con forze ed energie da gestire. Il Lecce a metà settimana sarà la prima occasione per cominciare a farlo. Ecco perché domani al “Maradona” si dovrebbe vedere il primo turnover stagionale. Non è facile prevedere quali saranno le scelte dell’allenatore azzurro, in quanto non ha parlato nella conferenza stampa della vigilia. Quindi nessuna indicazione, ma il tecnico azzurro ha presente che sabato sera si torna in campo nella difficile trasferta in casa della Lazio. Per questo già mercoledì al Maradona serviranno scelte occulate.

Spalletti e la scelta del modulo per la gara con il Lecce

Ma cosa potrà cambiare Spalletti? Non dovrebbero esserci molti cambi, ma la novità più succosa potrebbe essere l’esordio del 4-2-3-1 dal primo minuto con Raspadori titolare. Solo un’ipotesi, ma per nulla da scartare. Con questo schema il Napoli scenderebbe in campo con la solita difesa, ossia Meret, Di Lorenzo, Kim, Rrhamani e Mario Rui (possibile l’impiego di Olivera), mentre a centrocampo ci sarebbe spazio per Anguissa e Lobotka o Zielinski. In avanti Politano, Raspadori e Kvaratskhelia dietro Victor Osimhen. Se invece Spalletti opterà per il classico 4-3-3, il dubbio potrebbe essere ancora Mario Rui-Olivera in difesa, mentre a centrocampo potrebbe trovare spazio Elmas al posto di Zielinski.

L’esterno d’attacco del Napoli Hirving Lozano (LaPresse)

Con lui Lobotka e Anguissa. Ancora panchina per Ndombele, ancora non al top della condizione. In attacco, il moderato turnover dovrebbe prevedere l’impiego di Politano al posto di Lozano, mentre dovrebbero essere confermati sia Osimhen prima punta che Kvaratskhelia a sinistra. In sostanza un turnover moderato e oculato, dove la vera grande novità potrebbe essere la scelta del 4-2-3-1 come schieramento iniziale.