Insigne, il messaggio all’ex compagno azzurro é eloquente: “Sapevo sarebbe stato lui”

0
271

L’ex capitano azzurro Lorenzo Insigne ripensa al Napoli e lancia un messaggio al suo vecchio compagno di squadra: “Sapevo sarebbe stato lui”

Il legame tra il Napoli e Lorenzo Insigne parte da lontano. Da un ragazzo napoletano che, sin da bambino, sogna di vestire la maglia della sua squadra del cuore, fino ad essere notato dai rappresentanti del settore giovanile della squadra e ad arrivare a realizzare il suo desiderio. Dopo essere cresciuto nel vivaio azzurro e il periodo trascorsi in prestito a Cavese, Foggia e Pescara tra il 2010 e il 2012 a completare la crescita calcistica, Lorenzo arriva al traguardo della prima squadra, e per 10 anni non lascia più casa. Dal 2012 al 2022 è stato uno dei perni della prima squadra del Napoli, diventandone addirittura capitano. Con 434 presenze e 122 gol, è stato uno dei simboli degli anni recenti del Napoli. Tutto l’amore, però, non basta ad evitare la dura separazione. La scorsa estate Insigne ha lasciato Napoli dopo oltre 20 anni in maglia azzurra tra giovanili e prima squadra. Troppo tiepida la volontà del club di rinnovare il suo contratto, incompatibile con la politica di contenimento dei costi, troppo ghiotta l’offerta del Toronto, che riesce a strappare il suo sì con un’offerta da capogiro da oltre 10 milioni all’anno.

lorenzo insigne 14092022 napolicalciolive (1)
Lorenzo Insigne (LaPresse)

L’avventura di Insigne al Toronto è iniziata in maniera positiva fuori dal campo, con una straordinaria accoglienza in città, dove è già diventato un idolo. I risultati in campo sono invece altalenanti. Nonostante i 6 gol in 9 partite, il Toronto continua ad essere fermo al penultimo posto in classifica in MLS. Lorenzo si è buttato a capofitto, senza però dimenticare Napoli

Insigne, l’investitura a Di Lorenzo: “Sapevo sarebbe diventato capitano”

insigne di lorenzo 14092022 napolicalciolive
Lorenzo Insigne e Giovanni di Lorenzo (LaPresse)

Insigne, intervistato da Dazn, ha raccontato la sua nuova avventura oltreoceano. “Non nascondo che Napoli mi manca. Tifo da sempre gli azzurri, è casa mia. Ma non mi sono pentito della mia scelta” ha rivelato Lorenzo. “Quando andrò via da qui sarà solo per tornare a Napoli“. Insigne ha poi voluto lanciare un messaggio ai suoi ex tifosi. “Spero che siano sempre fieri di me, e che possano vincere lo scudetto”

Il capitano azzurro ha poi “investito” il suo erede, Giovanni di Lorenzo, che ha preso il suo posto nel ruolo di capitano. “Gli ho mandato un messaggio per fargli l’in bocca al lupo. Non è facile fare il capitano del Napoli, ma lui ha le potenzialità” ha detto Insigne sicuro. L’ex capitano azzurro ha promesso di essere a disposizione sempre dell’ex compagno per un consiglio o una dritta. “So cosa significa”.

La scelta di dare la fascia da capitano a Di Lorenzo non ha sorpreso troppo insigne. “Sapevo che senza Koulibaly sarebbe stato lui. Ha carattere, lavora tanto, ha esperienza e si mette sempre a disposizione di tutti”. Anche secondo Insigne, insomma, la scelta di Di Lorenzo è davvero azzeccata.