Da Simeone a Raspadori: una statistica non lascia dubbi

0
225

Il Napoli è partito forte. Da Simeone a Raspadori: un dato parla chiaro e rassicura il tecnico Luciano Spalletti

Il Napoli vola. Gli azzurri con la straordinaria vittoria contro il Milan si accomodano al primo posto in classifica. 17 punti in 7 partite, tanti gol, e un gruppo sempre più compatto e coeso che diverte ed incuriosisce. I grandi risultati di questo avvio di stagione sono certamente merito di Luciano Spalletti e dei suoi ragazzi, bravi a sovvertire ogni pronostico, ma anche del grande lavoro fatto dalla società in estate. De Laurentiis e Giuntoli si sono tappati le orecchie di fronte ai (forti) rumori della piazza dopo gli addii di Koulibaly e Mertens (oltre che quello di Insigne). La società ha lavorato in silenzio, puntellando colpo dopo colpo una rosa che risulta adesso essere completa e lunga, pronta per affrontare i tanti impegni di una stagione comunque particolare, che con il Mondiale a Novembre prevedrà una lunghissima sosta e tanti impegni molto ravvicinati.

raspadori simeone 19092022 napolicalciolive (1)
Giacomo Raspadori e Giovanni Simeone (LaPresse)

Il Napoli ha tante frecce nel suo arco. Tanti giocatori in grado di alternarsi e di riuscire, entrando dalla panchina o facendosi trovare pronti al momento necessario, ad impattare tanto quanto i “titolarissimi”. Basta considerare un dato in questo senso molto esplicativo. I gol segnati dalla così detta “panchina”.

Tante frecce nell’arco di Spalletti: il dato rassicura l’allenatore

raspadori 19092022 napolicalciolive
Giacomo Raspadori (LaPresse)

Partendo proprio dalla gara contro il Milan sono stati proprio i gol di Simeone e Politano, due certamente nelle rotazioni di Spalletti, ma non da titolarissimi. L’argentino è stato chiamato per far rifiatare Osimhen e all’occorrenza aumentare il potenziale offensivo del Napoli a gara in corso, ma con l’infortunio dell’attaccante nigeriano ha dovuto prendersi responsabilità in più. Il Cholito ha risposto presente, non solo segnando il gol vittoria contro i rossoneri, ma anche la sua prima rete in Champions League nella splendida vittoria contro il Liverpool.

Matteo Politano, ormai da tempo,  si alterna nelle gerarchie di Spalletti, che spesso gli preferisce Lozano, ma l’italiano risponde sempre presente. L’esterno è già a quota tre reti ed un assist in stagione.

Tra le garanzie di lunga data c’è anche Elmas. Come nelle passate stagioni, il suo contributo non si fa mai mancare, nonostante i tanti ruoli ricoperti. Contro il Lecce la sua rete è valsa un prezioso punto.

E che dire di Giacomo Raspadori? L’ex Sassuolo è stato il colpo a sorpresa del mercato azzurro, ma si sta ancora calando nella sua nuova avventura azzurra. Le occasioni di mettersi in mostra non sono state molte, ma con un suo gol ha già regalato tre pesanti punti agli azzurri (contro lo Spezia) e ha anche segnato una importante rete in Champions League contro i Rangers.

Anche Tanguy Ndombele, che al momento sembra ancora faticare, è riuscito comunque a timbrare il cartellino nella gara contro i Rangers in Champions League. Il Napoli, insomma, è ben più degli undici titolarissimi di Spalletti. Il tecnico sta coinvolgendo tutti quanti al meglio, e adesso, finalmente, con una rosa larga e tante soluzioni sognare è davvero possibile.