La rinascita di Mario Rui: il portoghese protagonista anche in nazionale

In questo avvio di stagione Mario Rui è un giocatore completamente rinato ed il terzino del Napoli è stato protagonista anche in nazionale.

Il Napoli è partito fortissimo in questo avvio di stagione, con Spalletti che sta tirando fuori il meglio da ogni singolo componente della rosa. Tra i giocatori che più stanno impressionando i tifosi azzurri c’è Mario Rui, con il terzino sinistro che sembra tutt’altro giocatore rispetto a quello visto nelle passate annate e a giovarne non è stato solo il Napoli.

Mario Rui Napoli
Il terzino sinistro del Napoli Mario Rui (LaPresse)

Il difensore azzurro, infatti, è stato anche convocato dal Portogallo per le sfide di Nations League contro Repubblica Ceca e Spagna, a conferma dell’ottimo momento che sta vivendo e contro i cechi è già stato decisivo con un assist. Ci sono state tante critiche verso Mario Rui nel corso degli anni, ma con carattere il giocatore ne è venuto fuori ed ora si sta prendendo la propria rivincita.

Periodo d’oro per Mario Rui: così il terzino ha polverizzato le critiche

Napoli Mario Rui
Mario Rui (LaPresse)

A parlare del momento più che positivo di Mario Rui e più in generale della sua rinascita è stato il Corriere dello Sport che nella propria edizione odierna ha esaltato il terzino sinistro del Napoli. Il quotidiano romano lo ha definito un “Super Mario Rui”, specificando che non si tratta di un videogioco, ma di un giocatore di 31 anni che ha resistito ai tanti colpi incassati “con nonchalance da puglie”, si è rimesso in piedi ed è tornato a volare sulla fascia sinistra.

E Mario Rui non lo sto facendo solo nel Napoli, ma anche con il Portogallo. Inizialmente si pensava non sarebbe stato convocato ed invece è figurato nell’elenco per le sfide contro Repubblica Ceca e Spagna. Il terzino sinistro azzurro è così sceso in campo contro i cechi, con i lusitani che hanno travolto gli avversari per 4-0 e con Mario Rui autore dell’assist per il secondo gol di Bruno Fernandes.

Un deja vù per Mario Rui che solo una settimana fa aveva servito un assist al bacio per il Cholito Simeone permettendo al Napoli di sbancare Milano e di conquistare la vetta della classifica. Il terzino portoghese, scrive il quotidiano romano, ci ha preso gusto ed il suo rendimento continuo a migliorare partita dopo partita, costruendo con il lavoro la propria rivincita e spazzando via le tante critiche ricevute, spesso anche ingenerose e feroci.

Mario Rui non si è mai lasciato abbattere, è uscito fuori dal tunnel delle critiche grazie al suo carattere e alla sua personalità, oltre a sentire la fiducia dei propri compagni e di Spalletti. Fiducia che anche il ct del Portogallo Fernando Santos ripone in lui, con l’allenatore lusitano che, al termine della sfida contro la Repubblica Ceca, ha spiegato la scelta di richiamarlo in nazionale: “Mario è sempre stato nelle nostre liste. La maggior parte delle persone non segue i campionati ma non ne hanno l’obbligo. Il mio team tecnico sì” – ha fatto sapere il ct dei portoghesi – “Mario Rui è il titolare del Napoli, che è la squadra che guida il campionato italiano. E lo sapete tutti che è una competizione molto buona” ha poi chiosato.