Meret rinnova, ma il nuovo contratto è “mini”: il Napoli ha deciso così

Il portiere del Napoli Alex Meret ha finalmente rinnovato, eppure il suo contratto non è come gli altri: la durata del rinnovo è inaspettatamente breve. E’ stato il club azzurro a decidere così

Finalmente è arrivato il rinnovo di Alex Meret. Il portiere del Napoli, in scadenza nel 2023, ha ufficialmente prolungato il suo contratto con il club azzurro. Se ne parlava da molti mesi, soprattutto durante l’estate, quando il direttore sportivo Cristiano Giuntoli ha più volte dato l’accordo per fatto e sancito, ma mancava solo la firma. Prima accennò a una pura formalità, poi spiegò che il rinvio della firma era dovuto alle vacanze dell’agente del calciatore, Pastorello. In realtà Meret è stato invischiato nel vorticoso “giro” di portieri di casa Napoli: dopo l’addio di Ospina a parametro zero è arrivato Sirigu, ma solo dopo molte settimane.

meret
Meret rinnova, ma il nuovo contratto è “mini”: il Napoli ha deciso così (LaPresse)

Intanto il friulano era stato promosso titolare, ma il club azzurro (come anche ammesso da Giuntoli) stava cercando un altro portiere “di pari livello” o anche definito “un’opportunità”, ammettendo la trattativa per Keylor Navas del Paris Saint Germain. Meret, quindi, era destinato a scivolare in panchina e con un solo anno di contratto davanti. Evidentemente ha rinviato la firma perché voleva vederci chiaro sul suo futuro. Addirittura, a un certo punto si è parlato di un rischio concreto di diventare “terzo”, visto che il contratto in scadenza (senza rinnovo) lo avrebbe messo in una posizione complicata. Alla fine Navas non è arrivato perché non è stato trovato l’accordo, e Meret si è finalmente ritrovato il posto da titolare. Per lui grande rendimento e “acque” che sembrano ormai essersi calmate.

Meret, c’è il rinnovo ma la durata è decisamente breve

Non a caso è arrivata la firma sul rinnovo. Per il calciatore un aumento di stipendio da 1 milione a 1.5 più (moderati) bonus. Ma leggendo il comunicato del Napoli c’è un particolare che non deve essere trascurato. Il club di De Laurentiis ha annunciato il prolungamento per un altro anno (dal 2023 al 2024) più un altro anno di opzione a discrezione del club, quindi fino al 2025). Questo vuol dire che, di fatto, Meret ha rinnovato per appena un anno. L’opzione, infatti, potrebbe anche non essere esercitata e non è corretto dare per scontato il suo esercizio. Perché una durata così breve? Meret è sicuramente giovane: 25 anni per un portiere sono il fiore della carriera. Solitamente si procede con rinnovi di 5 o 4 anni (ad esempio Zerbin ha prolungato fino al 2027), mentre per il friulano una scelta molto più “cauta”.

meret
Alex Meret (Foto LaPresse)

Essendo l’opzione nelle mani della società, bisogna pensare che sia questa una decisione del club. Evidentemente il Napoli vuole tenere margini aperti per un eventuale futuro cambio tra i pali. Detto in modo “cattivo”, Meret forse non ha ancora la piena fiducia: lo dimostra il fatto che non è stato contrattualmente blindato. Solo supposizioni, ma esiste anche un’altra possibilità: il mini rinnovo potrebbe essere una richiesta dello stesso calciatore, che vorrebbe lui tenersi margini aperti per liberarsi facilmente in futuro. Oggi i calciatori puntano sul parametro zero quando vogliono cambiare squadra. In questo caso il Napoli avrebbe però ottenuto la padronanza dell’opzione. Non si conosce la verità, almeno per ora, ma intanto Meret rinnova: anche se per appena un solo anno.