Di Lorenzo e Mario Rui come i gemelli Derrick: statistica impressionante

Il Napoli sta per giocare contro il Bologna di Thiago Motta, ma Di Lorenzo e Mario Rui sono già da record.

Dopo la vittoria di martedì contro l’Ajax, che ha portato con sé la qualificazione aritmetica agli ottavi di finale di Champions League, il Napoli tra poco scenderà di nuovo sul campo del Diego Armando Maradona per sfidare il Bologna di Thiago Motta. Tra i calciatori che giocheranno titolare bisogna inserire sicuramente sia Giovanni Di Lorenzo che Mario Rui. I due terzini, di fatto, sono tra calciatori chiave del team campano.

Mario Rui porta palla
Mario Rui (LaPresse)

Tuttavia tra i due calciatori c’è una piccola differenza, visto che il calciatore portoghese quest’anno, a differenza di Di Lorenzo, ha la possibilità di rifiatare. Il Napoli, infatti, dopo tanti anni, ha preso finalmente un altro terzino sinistro: Mathias Olivera. L’uruguaiano, di fatto, ha preso il posto in rosa di Faouzi Ghoulam che, però, negli ultimi anni non ha potuto mai dare il contributo sperato.

Mathias Olivera, dopo un inizio segnato da qualche problema fisico, è riuscito a ritagliarsi sempre più spazio, fornendo sia ottime prestazioni in Champions contro Liverpool e Ajax che segnando anche il suo primo gol in azzurro contro la Cremonese. Tuttavia, Mario Rui e Di Lorenzo restano gli assoluti padroni delle corsie partenopee.

Napoli, Di Lorenzo e Mario Rui sono tra i difensori che creano più occasioni da gol

Di Lorenzo esulta
Giovanni Di Lorenzo (LaPresse)

Come quanto raccolto dalla stessa ‘Lega Calcio’, infatti, i due calciatori sono in vetta a due speciali classifiche: Giovanni Di Lorenzo è il difensore che ha creato più occasioni per i propri compagni su (ben 14), mentre Mario Rui è secondo in  quella generale, ovvero includendo le palle inattive. Il portoghese, di fatto, ha solo davanti a sé Cristiano Biraghi della Fiorentina a quota 30, mentre l’azzurro è fermo a 20. 

Questo dato di Di Lorenzo e Mario Rui è la dimostrazione del bellissimo gioco che ha fornito il Napoli di Luciano Spalletti fino a questo momento. I due terzini, di fatto, sono degli attaccanti aggiunti, visto che per i propri avversari sono delle continue spine nel fianco. I due terzini possono essere un po’ paragonati ai fratelli ‘Derrick’, ovvero ai gemelli del cartone animato giapponese ‘Holly e Benji’ che riuscivano a giocare all’unisono. Tuttavia ci sono anche altre statistiche interessanti sulla nota della ‘Lega Calcio’.

Il Napoli nel 2022 ha fatto meno punti solo del Milan

Spalletti con Giuntoli
Spalletti con Giuntoli (LaPresse)

La prima riguarda che solo il Milan (64) ha raccolto più punti del Napoli (63) da quando è cominciato il 2022. Gli azzurri, in quest’anno solare, hanno invece il miglior attacco: 61 reti segnate. Un’altra statistica, che non farà piacere ai tifosi azzurri, è quella che vede l’imbattibilità di Thiago Motta al Maradona . L’allenatore del Bologna, infatti, non ha mai perso a Fuorigrotta da quando è diventato un allenatore: né quando guidava il Genoa, né l’anno scorso con lo Spezia.