Napoli-Bologna, brutto colpo per il tecnico: giocherà una giovane promessa

Il Bologna in vista della gara del ‘Maradona’ dovrà fare a meno uno dei giocatori più temibili a causa di un problema alla schiena.

Domenica 16 ottobre il Napoli torna in campo per giocare la decima giornata di Serie A ancora da imbattuta. Un record europeo condiviso con poche corazzate, grazie a una solidità difensiva che prosegue nonostante la pesante assenza di Amir Rrahmani. Spalletti contro i felsinei dovrà motivare i suoi per proseguire questo cammino di imbattibilità a dir poco sorprendente.

Zielinski in Bologna-Napoli
Zielinski in Bologna-Napoli (LaPresse)

Gli azzurri nonostante qualche defezione, tra cui l’ultima riferita a Frank Anguissa, sono certi di avere le carte in regola per superare anche questo ostacolo, anche se probabilmente il Bologna cercherà di reagire dopo le recenti sconfitte. Thiago Motta infatti ha bisogno di punti per scappare via dalla zona calda della classifica e al ‘Maradona’ darà il cento per cento per raggiungere un tale traguardo. Tuttavia, i bolognesi dovranno anche loro fare a meno di giocatori molto importanti per il loro assetto tattico.

Napoli-Bologna: ufficiale l’assenza di Arnautovic tra i convocati

Arnautovic, attaccante del Bologna
Arnautovic, attaccante del Bologna (Gettyimages)

Il Bologna ha comuncato in via ufficiale i calciatori che saranno disponibili per la partita di domenica. La lista è pesantemente condizionata dall’assenza di due dei migliori interpreti dell’intera rosa emiliana: Marko Arnautovic e Jerdy Schouten. Un problema non da poco per una squadra già si per sè con il morale a pezzi che è in procinto di affrontare una delle squadre più forti a livello europeo.

Thiago Motta, nonostante la non presenza di Arnautovic e di Schouten, può comunque contare su un talento che al momento non si è ancora espresso. Stiamo parlando del giovane Joshua Zirkzee, ex attaccante di Bayern Monaco e Anderlecht, che ha dimostrato di saperci fare soprattutto in Germania. Con la maglia dei bavaresi ha disputato infatti 4 reti in 12 partite giocate: una media non da poco.

Spalletti: “Zirkzee non viene dal Bayern?”

Il futuro sostituto di Arnautovic è stato preso in considerazione dallo stesso Spalletti che in conferenza stampa ha sì notato la pesante assenza dell’austriaco, ma ha dall’altro affermato che Zirkzee proviene da una scuola molto rinomata come quella del Bayern Monaco. “Da dove viene Zirkzee? Dal Bayern, non da una squadra di provincia“, afferma il tecnico toscano ammettendo non troppo velatamente che Zirkzee sarà il pericolo uno del Bologna.