Napoli eccezionale, ma non basta: cosa serpeggia tra i tifosi

Il Napoli è stato davvero spumeggiante in questi primi due mesi di stagione, ma oltre all’entusiasmo tra i tifosi serpeggia qualcos’altro.

Alzi la mano chi si aspettava un Napoli tanto spettacolare in questi primi due mesi dopo un’estate caratterizzata da cessioni così importanti. Neanche il più ottimista tra i tifosi azzurri si sarebbe aspettato di vedere la squadra partenopea così spumeggiante prima dell’inizio del campionato ed invece nel giro di due mesi tutto è cambiato.

Napoli esultanza
Il Napoli esulta dopo il gol di Osimhen contro il Bologna (LaPresse)

Il Napoli ha iniziato a raccogliere vittorie su vittorie, convincendo dal punto di vista del gioco ed ora domina tanto in Italia quanto in Europa con pieno merito e non per puro caso. Un inizio così folgorante ha ridato entusiasmo ai tifosi azzurri che sono tornati nuovamente a sognare dopo un’estate che definire nefasta è un’eufemismo. Ma nonostante quanto fatto vedere dal Napoli, oltre all’entusiasmo tra i tifosi serpeggia altro, ovvero una grande diffidenza.

Napoli, i tifosi non si illudono: c’è diffidenza sugli azzurri

Tifosi Napoli Bologna
I tifosi del Napoli (LaPresse)

Inutile nasconderlo, il grande inizio di stagione da parte del Napoli hanno esaltato tanto i tifosi. Merito anche dei nuovi acquisti, tra cui Kim Min-Jae e soprattutto Kvicha Kvaratskhelia, con l’esterno georgiano che ha regalato spettacolo in quasi tutte le gare in cui ha giocato, lasciando il tifo azzurro di stucco e sempre più convinto di avere in rosa uno dei migliori talenti al mondo.

Ma tra i tifosi non c’è solo entusiasmo, ma serpeggia anche grande diffidenza e a parlarne di ciò è il Corriere dello Sport che ha passato in rassegna quanto vissuto dal Napoli dall’estate fino ad oggi. Il quotidiano romano scrive come la società sia stata brava a reggere ai forti venti di contestazione, con i tifosi che poi si misero a ridere quando in conferenza stampa De Laurentiis parlò di scudetto, con tutti che pensarono si trattasse dell’ennesima boutade del patron romano per accaparrarsi qualche abbonamento in più allo stadio.

Il Napoli, invece, alle critiche ha risposto sul campo e lo ha fatto nel modo più spettacolare possibile per portare i tifosi dalla propria parte. I tifosi azzurri hanno provato e ci stanno provando a sognare ma, scrive il noto giornale sportivo, improvvisamente subentra la diffidenza: La diffidenza (sportiva) del resto è tipica della sofferenza (sportiva) alla luce dei trentadue anni – ormai quasi trentatré – trascorsi ad attendere il terzo scudetto” – racconta il quotidiano romano – Già, un bel po’. Eppure, Napoli dovrebbe saperlo: da queste parti, le rivoluzioni sono sempre passate alla storia“, aggiunge poi il giornale sportivo alludendo alla rivoluzione avviata da De Laurentiis in estate.

E’ vero, il Napoli sta giocando un calcio spumeggiante in questo primi mesi di stagione, ma i tifosi non vogliono illudersi. Manca ancora molto alla fine della stagione ed il percorso degli azzurri è di sicuro pieno di insidie. Spetterà agli azzurri superarlo nel miglior modo possibile e farsi trovare verso Aprile ancora al primo posto. Solo allora la città inizierà a sognare davvero di nuovo la vittoria di uno scudetto che, probabilmente, meriterebbe.