Addio al calcio, l’annuncio emozionante: “La palla si ferma, i sentimenti no”

Addio al calcio: il grande campione ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo, il messaggio da lacrime condiviso sui social

Addio nel calcio, foto Instagram

Quando un campione smette non è mai facile per i propri tifosi. Di addii emozionanti, e che ci hanno commosso ce ne sono stati tantissimi nel nostro campionato. Forse non è più il calcio di un tempo, fatto di bandiere e di attaccamento alla maglia, ma non è detto che non ci si possa ancora emozionare.

I soldi ormai hanno trasformato il calcio in un industria ma ci sono ancora calciatori che hanno messo l’orgoglio davanti al portafoglio. Innegabile che uno di questi sia Francesco Totti che ha vestito la maglia giallorossa per ben 28 stagioni tra giovanili e prima squadra.

Prima di lui ci furono gli addi di Javier Zanetti e Alex Del Piero, altri due che hanno scritto a suon di vittorie la storia del calcio italiano. Chi da tifoso, o anche solo da spettatore, ha vissuto le loro ultime partite si porta dentro emozioni di un calcio che forse un giorno sparirà, o che forse già non esiste più.

L’ultimo in ordine cronologico è avvenuto proprio in queste ore ed ha scosso tutto l’ambiente. Nessuno si aspettava queste parole.

Addio al calcio: “La palla si ferma, i sentimenti no”

Ad alcuni viene imposto dalle società, ad altri dalla “natura” ma prima o poi il momento arriva per tutti. Quello in cui non ti senti più quello di un tempo, il momento in cui gli acciacchi si fanno sentire sempre di più, quei momenti che ti fanno vacillare.

C’è chi non si arrende, come Totti o Buffon, e chi riesce ad essere più razionale e capisce che purtroppo è la fine. Questo è il caso di Franck Ribery che proprio in queste ore ha scosso il mondo del calcio internazionale con il suo addio.

“Il pallone si ferma, le emozioni dentro di me no. Grazie a tutti per questa grande avventura” a 39 anni i continui infortuni lo hanno costretto a questa decisione. Quest’anno l’attaccante francese ha giocato appena 90 minuti tra campionato e Coppa Italia tutto a causa di un infiammazione al ginocchio.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Franck Ribéry (@franckribery7)

L’infortunio purtroppo non ha mai dato segni di miglioramento e questa decisione è diventata inevitabile. Non sarà un vero e proprio addio però, il francese ha un accordo con la Salernitana per rimanere nello staff tecnico di Davide Nicola che lo ha omaggiato così.

“Sappiamo tutti cosa abbia rappresentato per il calcio e per la Salernitana. Per me è una gioia il fatto che voglia restare qui, seppur sotto un’altra veste. Averlo all’interno del nostro staff è un piacere”. Lascia dunque il calcio giocato uno dei più grandi laterali sinistri che questo sport abbia mai visto, che insieme a Robben ha formato uno delle coppie più iconiche del Bayern Monaco.