Mancini sul filo del rasoio: il retroscena sulle sue dimissioni fa capire tutto

Il CT Mancini ha ammesso di essere stato vicino all’addio alla Nazionale: l’allenatore ha svelato i retroscena sulle dimissioni.

Il commissario tecnico è tornato a parlare di un momento molto complicato vissuto sulla panchina degli Azzurri.

Mancini
Roberto Mancini, CT dell’Italia (credit: ANSA)

L’Italia ha da poco iniziata un secondo percorso di rinascita. Il primo lo ha iniziato proprio Roberto Mancini, che ereditò una Nazionale col morale a terra dopo la mancata qualificazione ai Mondiali del 2018. Il CT ha saputo rivoluzionare tutto e ha intrapreso un percorso culminato con la vittoria dell’Europeo nell’estate del 2021.
Subito dopo, però, c’è stato un altro pesantissimo crollo: la mancata qualificazione diretta ai Mondiali in Qatar e la seguente eliminazione al primo turno dei playoff per mano della Macedonia.
Ora l’ex allenatore dell’Inter è al lavoro per ripetere una nuova impresa subito dopo un trauma, ma non sarà semplice per sua stessa ammissione. Recentemente, ha anche parlato di cosa è accaduto subito dopo l’eliminazione dai playoff.

Mancini e le dimissioni: ecco cos’è successo dopo Italia-Macedonia

L’Italia ha dovuto rialzare subito la testa in seguito alla partita con la Macedonia. Il CT ha dato immediatamente il via al ricambio generazionale confermando alcune certezze come Donnarumma, Di Lorenzo e Barella e dando spazio ad alcuni volti nuovi come Tonali, Raspadori e Scamacca.
Il primo step compiuto è stato quello della vittoria del girone complicato di Nations League ed il conseguente accesso alle Final 4.

Tuttavia, nel pensiero di Roberto Mancini c’è solo spazio per il mancato Mondiale. Il commissario tecnico ha già dichiarato che sarà una sofferenza assistere al torneo da spettatore e non da protagonista ed è anche tornato a parlare di quanto accaduto dopo Italia-Macedonia.

Italia - Macedonia
La delusione degli Azzurri dopo Italia-Macedonia (credit: ANSA)

L’allenatore, ospite negli studi di RAI 2, ha dichiarato: “La voglia di allenare c’è sempre e la Nations League ci ha dato un piccolo aiutino. La responsabilità del mancato approdo al Mondiale è mia e sì, qualche pensiero di lasciare la Nazionale l’ho fatto”. Il CT ha poi aggiunto di essere rimasto amareggiato dalla mancata qualificazione soprattutto perché la sua squadra era in controllo nel girone, ma tutto è precipitato dopo il doppio confronto con la Svizzera.

Per la prima volta, dunque, Roberto Mancini ha ammesso di aver pensato di dire addio agli Azzurri dopo la sconfitta con la Macedonia. In quel momento si è messo in discussione e si è sentito in bilico, ma ha poi scelto di rimanere per continuare il suo lavoro con un solo obiettivo: risollevare subito la Nazionale per tornare alle glorie di un tempo.