Lobotka-Hamsik, stavolta è tutto vero: il paragone è davvero azzeccato

Si è sempre fatto il paragone tra Lobotka ed Hamsik: i due slovacchi stavolta potranno essere davvero uniti da un destino molto particolare

Stanislav Lobotka e Marek Hamsik: i due slovacchi, presente e passato del Napoli. Il paragone è sempre stato fatto, per ovvi motivi. Entrambi della stessa nazionalità: due centrocampisti. E soprattutto l’ex Celta Vigo arrivò anche grazie alla “sponsorizzazione” dell’ex capitano, che ne parlò benissimo. Poi l’hype si sgonfiò, perché l’ambientamento di Lobotka fu difficile. L’allora allenatore Gennaro Gattuso lo fece addirittura fuori dalle rotazioni, e il centrocampista perse anche qualche partita con la nazionale. Tuttavia, Hamsik ha sempre parlato bene di lui, chiedendo di avere pazienza.

lobotka
Lobotka-Hamsik, stavolta è tutto vero: il paragone è davvero azzeccato (LaPresse)

Quella che hanno sicuramente avuto i dirigenti del Napoli e i tifosi, che hanno aspettato Lobokta senza metterlo in discussione. Dall’arrivo di Spalletti le cose sono cambiate: lo slovacco si è sentito importante, e dopo essersi rimesso in forma (innegabile che durante l’era Gattuso aveva qualche chilo di troppo) è diventato sempre più protagonista. Un posto da titolare guadagnato e che poi non ha più mollato. Oggi “Lobo” è un perno essenziale del Napoli: regista dinamico e instancabile, bravo anche a recuperare palloni e con una media di passaggi riusciti notevole. Un giocatore del tutto diverso, per il quale l’allenatore e i tifosi stravedono. Non a caso il Napoli vuole rinnovargli al più presto il contratto.

Lobotka come Hamsik, la splendida storia può (quasi) ripetersi

Il nuovo accordo, come anticipato da Sky, è al momento soltanto verbale e prevede un prolungamento di 4 anni con opzione per una ulteriore stagione. Scadenza quindi al 30 giugno 2027 e la possibilità di chiudere il rapporto al 2028. Il classe ’94, a questo punto, potrebbe finire la sua carriera in azzurro. Un qualcosa che finalmente lo accosta concretamente a Marek Hamsik: lo slovacco chiuse la sua lunghissima esperienza con il Napoli nel febbraio del 2019, a 32 anni e dopo 12 stagioni in azzurro. Con il rinnovo di contratto, Lobotka potrebbe arrivare fino al 2028 e restare a Napoli per otto stagioni complessive. La sua esperienza terminerebbe all’età di 34 anni, quindi non lontana dal termine della carriera.

Hamsik Napoli
Hamsik con il Napoi Foto Cafaro/LaPresse

Numeri simili ad Hamsik, che potrebbe portare il centrocampista slovacco ad essere il primo vero erede dello storico e amatissimo capitano, che col Napoli ha giocato ben 520 partite e segnato 121 gol.  La firma di Lobotka dovrebbe giungere a giorni, e per il regista ci sarà un aumento di ingaggio fino a 3 milioni l’anno. Sempre secondo Sky, l’eventuale quinto anno vedrebbe uno stipendio ridotto a 2.5 milioni, ma con un bonus economico di 200mila euro.