Napoli, il dato è eloquente: gli azzurri l’hanno fatto ancora

Il Napoli surclassa il Sassuolo da tutti i punti di vista e si prepara alla grande per la prossima partita contro il Liverpool.

È un Napoli da dieci e lode quello che domina il Sassuolo e che offre davanti ai propri tifosi una prestazione in linea con le precedenti. Tutti i calciatori azzurri hanno contribuito affinchè il gruppo potesse raggiungere la tredicesima vittoria consecutiva, contro un avversario come il Sassuolo che era venuto al Maradona per imporre il suo gioco. Tuttavia, la forza dell’undici partenopeo ha reso un vero e proprio incubo il sabato pomeriggio dei ragazzi di Dionisi.

Il Napoli festeggia la rete di Osimhen (LaPresse)

I meriti vanno come sempre a Spalletti, che ha saputo interpretare al meglio una partita molto complicata contro una squadra che fonda il proprio gioco sul palleggio e sui fraseggi. Il Napoli però ha impedito che i meccanismi neroverdi si potessero mettere in pratica e ha bucato la difesa sin dalle prime folate offensive. Il più pericoloso è stato Osimhen, seguito da un Kvaratskhelia in forma smagliante. Il nigeriano ha sbloccato l’incontro grazie a un bell’assist del georgiano; la stessa cosa si è ripetuta nella seconda rete, con Kvara che ha saltato mezza difesa del Sassuolo.

La terza rete, a dimostrazione del suo momento magico, proviene ancora una volta dall’esterno classe 2001: Mario Rui pennella di sinistro e Kvaratskhelia finalizza con una conclusione di collo pieno. Nella ripresa, dopo una serie di occasioni neroverdi dove Meret si è trovato preparato, arriva anche il 4-0, firmato ancora una volta da Osimhen: con un tocco sotto ha scavalcato Consigli e ha permesso agli azzurri di festeggiare con un poker.

Napoli, i numeri parlano chiaro

Victor Osimhen (LaPresse)

Le statistiche a favore degli azzurri non si contano. Il collettivo di Spalletti non lascia scampo ai propri avversari. Anche in questa partita il possesso palla è completamente in mano agli azzurri (67%), che lo hanno saputo sfruttare alla grande nel corso del match. Lobotka giganteggia come sempre in mezzo al campo e con la solita eleganza riesce a risolvere anche i problemi più complessi.

Anche dal punto di vista delle conclusioni il Napoli non si può assolutamente lamentare. In tolare sono 18 le conclusioni che ha fatto contro la porta di Consigli non lasciandogli scampo in quattro. Osimhen è l’attaccante che ha tirato di più nello specchio, seguito da Kvaratskhelia. Insomma, si sprecano gli aggettivi per questo Napoli e, in vista della partita di martedì contro il Liverpool, ci sono tutte le premesse per un’altra grande prestazione.