Il Napoli vince anche sui tabù, ma la Gazzetta non ci sta: tifosi infuriati

Sconfitti anche i tabù, il Napoli conquista l’ennesima vittoria stagionale: la Gazzetta monta i dubbi, la reazione furiosa dei tifosi. 

Il Napoli sfata il tabù infrasettimanale! L’Empoli si è presentata come una squadra arcigna e agguerrita al Maradona, ma anche grazie alla spinta del pubblico e alla freschezza di Lozano, gli azzurri hanno conquistato la decima vittoria di fila.

Kim Min-Jae esulta con Elmas la vittoria sull'Empoli
Kim Min-Jae esulta con Elmas la vittoria sull’Empoli (LaPresse)

I tre punti contro la squadra di Zanetti sono oro colato per i partenopei. La gara si era incanalata in binari spiacevoli. I ragazzi di Spalletti non riuscivano a trovare il bandolo della matassa, tant’è che il mister è intervenuto con un triplo cambio che ha risuonato la carica.

L’imprevedibilità del Chucky Lozano, già in forma Mondiale, ha reso impossibile la vita a Parisi e tutta la restante linea difensiva. Poi ci ha messo del suo anche Osimhen, bravissimo ad arrivare in anticipo su Marin. Il rigore ha spianato le porte per la vittoria e l’attaccante messicano non ha fallito dagli undici metri.

Napoli, rigore o rigorino? Le reazioni social contro la Gazzetta

Eppure, nonostante il contatto sia netto e falloso, sono nate numerose polemiche sul rigore conquistato da Osimhen. Ma andiamo con ordine. Al minuto 67, Lozano crossa basso verso il dischetto, trovando l’opposizione di Marin che interviene in chiusura. Tuttavia, il centrocampista dell’Empoli aggancia ma controlla male, e il pallone gli sfugge via.

La Gazzetta dello Sport sul rigore in Napoli-Empoli
La Gazzetta dello Sport sul rigore in Napoli-Empoli (Screenshot da Gazzetta.it)

Osimhen si fionda sulla sfera, riuscendo a riconquistare il possesso del pallone. Nel frattempo, Marin arriva da dietro sull’attaccante azzurro e contrasta fallosamente l’avversario. In particolare, c’è uno sgambetto – seppur involontario – che impedisce a Victor di poter giocare il pallone. Il contatto è netto e l’arbitro non ha alcun dubbio: è calcio di rigore. In sala VAR rivedono le immagini e confermano la decisione dell’arbitro.

Per la Gazzetta dello Sport, però, si tratta di un rigore generoso. Addirittura, “rigorino“: “Osimhen si frappone e cade sulla spinta lieve dell’empolese“. In realtà, la spinta non c’è. Marin tocca lo scarpino dell’attaccante azzurro con il proprio ginocchio, facendo perdere lui l’equilibrio. Una semplice infrazione da punire con il tiro dagli undici metri.

Non sono mancate le reazioni dei tifosi al titolo della Gazzetta dello Sport, che sui social commentano: “La Rosea VERGOGNOSAMENTE mostra la sua collera parlando di rigorino…”. O ancora: “E’ rigore netto”. C’è chi ricorda anche il vecchio calcio di rigore concesso alla Juventus, sull’impatto tra Cuadrado e Perisic. Insomma, la vittoria sull’Empoli ha destato parecchie polemiche, soprattutto per la massima punizione.

Turno infrasettimanale maledetto

Osimhen, attaccante del Napoli
Osimhen, attaccante del Napoli (LaPresse)

Come abbiamo ricordato ad inizio articolo, la squadra di Spalletti ha superato l’incubo del turno infrasettimanale. Già in questa stagione, il Napoli ha mostrato le sue fragilità nel famoso mercoledì contro il Lecce. In quella circostanza, Spalletti provò a fare ampio turnover, ma non andò oltre il pareggio contro i pugliesi.

Ma andando più a ritroso, è possibile notare come gli azzurri abbiano trovato difficoltà nell’ultimo anno a vincere nei turni infrasettimanali. Infatti, gli ultimi 4 precedenti sono stati poco felici per il Napoli.

31/08/22: Napoli-Lecce 1-1
06/01/22: Juventus-Napoli 1-1
22/12/21: Napoli-Spezia 0-1
01/12/21: Sassuolo-Napoli 2-2

Dunque, era da oltre un anno che la squadra partenopea non trovava un successo in campionato in una gara nel mezzo della settimana. Ennesimo segnale che fa ben sperare. Il prossimo turno infrasettimanale arriverà il prossimo 4 gennaio, per il big match Inter-Napoli: la prima partita del 2023.