Adani in lacrime, commozione incredibile: il ricordo doloroso dell’amico scomparso

Lele Adani non ha saputo trattenere la commozione nel ricordo di un amico scomparso da poco: l’opinionista ha espresso un ricordo veramente emozionante che ha condiviso con i suoi followers.

In questi giorni in cui in Qatar si stanno giovando i tanti discussi Mondiali, non si può non parlare del calciatore più forte di tutti i tempi, di uno che ha segnato per sempre la storia di questo magico sport.

Lele Adani ricordo amico scomparso - napolicalciolive.com
Lele Adani ricordo amico scomparso – napolicalciolive.com

Sono passati ormai due anni dalla sua scomparsa, ma tra i vicoli di Napoli e in giro per il mondo la sua presenza è più viva che mai in tutti coloro i quali amano il gioco del calcio.

Adani, il ricordo struggente: “Ha lasciato il segno nel cuore delle persone”

L’ex calciatore e opinionista Lele Adani, oggi impegnato a commentare le partite di Qatar 2022, non poteva non celebrare la figura di Diego Armando Maradona. In una intervista al canale YouTube di Gianluca Gazzoli, l’ex difensore di Brescia e Inter ha parlato del Pibe de Oro: “Numericamente Messi ha fatto di più, ma Maradona aveva un carisma, un amore per il gioco e un senso di riconoscenza e di difesa per il calcio che lo ha portato sicuramente a lasciare il segno più di qualsiasi altro nella testa e nel cuore delle persone”. Afferma Adani con una voce quasi commossa ed una evidente emozione.

Napoli ricorda Maradona - napolicalciolivee.com
Napoli ricorda Maradona – napolicalciolivee.com

Adani ha poi aggiunto che El Diez non è stato solamente un campione in campo, ma anche un vero e proprio condottiero, un capo politico che ha unito i popoli di mezzo mondo: “Ha fatto battaglie scomode per onorare lo spirito del gioco attraverso la magia che aveva da offrire. Io dico sempre che Maradona è stato l’unico politico che non ha tradito le promesse: ha promesso gioia e attraverso un pallone l’ha regalata”. Poi, nel finale della chiacchierata, ha ammesso: “Da quando non c’è più, da quel 25 novembre 2020 penso tutti i giorni a lui“.

La memoria dell’ex calciatore: una ferita sempre aperta

Diego Armando Maradona è scomparso solo fisicamente, in quanto il suo spirito vive ancora nei cuori di tutti quelli che amano un gioco spettacolare come il calcio. Camminando tra le strade di Napoli si nota che la sua presenza è sempre più viva e da quel 25 novembre 2020, quelle bandiere che lo osannavano, sono rimaste lì, immobili, in modo da continuare a celebrare quel campione che ha portato la città in cima al mondo.

Due anni senza Diego - napolicalciolive.com
Due anni senza Diego – napolicalciolive.com

Il mondo del calcio lo ricorda soprattutto ora che si stanno giocando i Mondiali. Sì, quei Mondiali che Diego vinse praticamente da solo prendendosi in mano una squadra come l’Argentina durante l’edizione di Messico 86′. Ebbene, le sue gesta, rimaste immortali così come il suo incredibile piede sinistro, sono ancora oggi decisive per descrivere il calcio nella sua essenza primordiale.