Milan, critiche feroci per lui: si annuncia un rientro tragico dalla sosta

Nella prima parte di stagione tutto sommato positiva per il Milan di Stefano Pioli c’è una piccola nota stonata. Al rientro dalla sosta per i mondiali sarà presa una decisione per il futuro del calciatore.

Maldini e Massara hanno puntato molto su di lui ma, fino ad ora, il calciatore non ha impressionato.

Maldini Milan
Paolo Maldini, dirigente del Milan – napolicalciolive.com

Le ultime prestazione, inoltre, hanno attirato le critiche di opinionisti e addetti ai lavori.

Arriva la pausa ma il Napoli è distante: il Milan deve ricucire il gap

Il Milan si presentava ai nastri di partenza della stagione 2022-23 da campione d’Italia in carica. Per i rossoneri il titolo conquistato a discapito di Inter e Napoli è stata un’ingente dose di fiducia e ha mostrato la bontà del lavoro portato avanti da Paolo Maldini, Frederic Massara e Ivan Gazidis. In questa stagione il Diavolo si è confermato su buoni livelli anche se non sono mancati gli scivoloni. In campionato le sconfitte contro il Torino, ma soprattutto, contro il Napoli hanno complicato il cammino dei rossoneri che ora distano otto punti proprio dai partenopei. La squadra di Pioli ha raccolto due punti in meno dello scorso anno ma, con più di venti partite ancora da disputare, una rimonta al Napoli è ancora possibile.

Pioli Milan
Stefano Pioli, allenatore del Milan – napolicalciolive.com

Il piccolissimo passo indietro in campionato, però, è ascrivibile all’impegno europeo dei rossoneri che, al contrario della scorsa stagione dove chiusero all’ultimo posto il proprio raggruppamento Champions, sono riusciti a strappare il pass per gli ottavi di finale come Inter e Napoli. Pioli ritroverà sulla sua strada Antonio Conte, oggi tecnico del Tottenham, con la volontà di andare avanti più possibile e restituire al Milan lo spessore europeo a cui è abituato.

Una delle poche note negative: rischio flop molto alto

Per rendere ancora più competitivo il Milan, rimasto orfano di Alessio Romagnoli e Franck Kessié, sono arrivati Thiaw, Vranckx, Origi insieme ai ritorni di Pobega e Adli dai rispettivi prestiti. Il gran colpo di mercato, però, i rossoneri lo hanno chiuso quasi sul gong. Si tratta del talentino belga classe 2001 Charles De Ketelaere, prelevato dal Club Brugge per più di 30 milioni di euro.

De Ketealere
Charles De Ketelaere, fantasista del Milan – napolicalciolive.com

Dopo un avvio piuttosto positivo De Ketelaere è man mano uscito dai radar con prestazioni sotto tono. Per questo Pioli, con il passare del tempo, gli ha preferito spesso Brahim Diaz calciatore già inserito nei meccanismi di gioco rossoneri. Adesso Charles è partito alla volta del Qatar per disputare il mondiale con il suo Belgio dove lui, insieme a Lang, Onana e tanti altri, rappresenterebbe il nuovo corso dei Belgian Red Devils. Dopo l’esordio vincente contro il Canada, il Belgio è stato sconfitto dal Marocco dell’ex Inter Hakimi. Il ct del belgi, Roberto Martinez, per recuperare il risultato ha gettato nella mischia anche De Ketelaere ma il suo ingresso in campo è stato tutt’altro che positivo. I quotidiani italiani hanno commentato la sua prestazione e sono tutti concordi nel definirla negativa. Singolare il commento de La Gazzetta dello Sport, ma che fotografa un atteggiamento da rivedere: “Entra in pigiama, intorno a lui la battaglia“.