Paratici e quel legame con Kvaratskhelia: il precedente prima del terremoto Juventus

L’ex direttore sportivo della Juventus aveva fiutato il colpo Kvaratskhelia, ma la società non lo ha appoggiato.

Il calciomercato negli ultimi anni ci ha abituato a colpi dal grande impatto mediatico con protagoniste le squadre più forti a livello economico. Tuttavia, il vero nucleo del lavoro dei direttori sportivi è soprattutto cercare di comprare grandi calciatori a prezzi contenuti. Cosa che non sempre accade poiché solitamente i grandi interpreti del pallone vengono venduti a caro prezzo.

Fabio Paratici - napolicalciolive.com
Fabio Paratici – napolicalciolive.com

Ma a volte capitano delle eccezioni che, se vogliamo, hanno del clamoroso. L’affare low cost più noto dell’ultimo mercato ha coinvolto la dirigenza del Napoli, una delle più attente a ricercare i migliori talenti in circolazione

Kvarataskhelia,il capolavoro di Giuntoli

I grandi calciatori li vedi sin da subito, dai loro tocchi e dalla loro mentalità di ferro. Non conviene soffermarsi solamente sul prezzo del cartellino, in quanto questo è solo puro fumo negli occhi. L’acquisto di Kvaratskhelia è insomma un modo brillante per far capire agli addetti ai lavori del mondo calcio che spesso il prezzo non combacia alla perfezione con la qualità del calciatore. L’affare ultimato dal Napoli ha quindi fatto scuola: Giuntoli non ha fatto altri che aspettare il momento giusto per finalizzare il tutto.

Giuntoli e Kvaratskhelia - napolicalciolive.com
Giuntoli e Kvaratskhelia – napolicalciolive.com

L’espolosione di Khvicha ovviamente ha contribuito a far lievitare il valore del suo cartellino. Secondo il noto portale Transfermarkt, ad oggi il prezzo è salito a 60 milioni di euro. Dunque, un qualcosa di incredibile e che farà, come detto, scuola negli anni a venire. Ebbene, sul georgiano ovviamente non c’era solo il Napoli, ma anche altri top club che però non hanno avuto la pazienza di Giuntoli nell’aspettare il momento giusto per affondare il coltello.

Kvaratskhelia, Paratici lo voleva alla Juventus

Non è nemmeno una novità che su Khvicha ci fosse la Juventus, all’epoca guidata ancora da Fabio Paratici, oggi al Totteham. Ma l’addio del direttore sportivo ha ucciso sul nascere un affare importantissimo per i bianconeri, che avrebbero così anche potuto evitare acquisti onerosi per le casse societarie che, come ben sappiamo, hanno reso sempre più complicata la vita finanziaria della società. Se oggi dunque la Vecchia Signora rischia molti problemi a livelli legale lo deve anche alla cecità dei suoi dirigenti.

Kvaratskhelia in azione - napolicalciolive.com
Kvaratskhelia in azione – napolicalciolive.com

A parlare nuovamente del mancato matrimonio tra la Juventus e Kvaratskhelia è stato Massimo Brambati, ex calciatore di Empoli e Torino. Brambati ai microfoni di Tuttomercatoweb.com, ha svelato alcuni retroscena sul mancato acquista di Kvaratskhelia da parte della Juve: “Paratici prima di andare via aveva messo sul suo taccuino un giocatore che poi ha preso il Napoli. Mi chiedo: questo nome non poteva essere ripreso da Cherubini? Parlo ovviamente di Kvaratskhelia”. Queste le parole dell’ex difensore che non lasciano alcun dubbio sulla bravura del Napoli.