Incredibile retroscena del campione del Belgio: la dichiarazione ha spiazzato tutti

Incredibile retroscena che riguarda un campione del Belgio: la sua dichiarazione in conferenza stampa ha spiazzato tutti, ecco cos’ha detto.

Momento incandescente per i Diavoli Rossi, nella conferenza che ha anticipato la gara decisiva con la Croazia il super campione ha spiazzato tutti con un incredibile retroscena: ecco la dichiarazione che ha spiazzato tutti.

Alcuni componenti della rosa del Belgio - Napolicalciolive.com
Alcuni componenti della rosa del Belgio – Napolicalciolive.com

Il primo vero momento decisivo del Mondiale è iniziato e per le squadre, almeno gran parte di esse, è già il momento della verità. La terza giornata della fase a gironi sarà il momento dei primi dentro o fuori e con ben 27 squadre ancora alla ricerca di un pass verso il tabellone finale, le sorprese e soprattutto le emozioni sono garantite.

Sebbene in parte dei raggruppamenti la situazione sia delineata, ma non matematicamente chiusa, l’interesse per quelli che saranno i primi verdetti ufficiali è alle stelle, soprattutto dopo i tantissimi risultati inaspettati che le prime due giornate hanno regalato, consentendo di avere alcune possibili grandi delusioni tra le big più attese.

Argentina e Germania sono tra le squadre più attenzionate da questo punto di vista. I tedeschi, dopo la sorprendente sconfitta contro il Giappone ed il pareggio contro la Spagna, non possono sbagliare contro il Costa Rica tenendo un occhio sul risultato tra iberici e nipponici. L’Albiceleste dovrà battere la Polonia (o anche pareggiare a seconda degli altri risultati) per evitare una vera e propria catastrofe sportiva. La Nazionale più deludente fino a qui resta però una su tutte: il Belgio.

Da favorita a rischio di essere grande delusione: per il Belgio è crisi

Quando si parla di Belgio, le aspettative in tutte le grandi competizioni sono altissime. Sia a causa del passato da prima nel Ranking FIFA, che per l’altisonanza di quasi tutti i nomi che compongono la rosa dei Diavoli Rossi, dalla squadra europea ci si aspettava ben più di quanto raccolto, ovvero delle magre soddisfazioni sporadiche nei tornei maggiori, senza peraltro nemmeno giocarsi una finale.

Quella di Qatar 2022 sarebbe dovuta essere l’ultima grande chance della Golden Generation belga, ma le evidenti difficoltà avute nel corso delle prime due giornate hanno notevolmente complicato il loro percorso. Come risultato di questo stato di crisi, il nervosismo tra i giocatori della rosa del Belgio è aumentato a dismisura portando a dei veri e propri scandali.

I giocatori del Belgio delusi durante la gara contro il Marocco - Napolicalciolive.com
I giocatori del Belgio delusi durante la gara contro il Marocco – Napolicalciolive.com

Il post sconfitta contro il Marocco, partita che rischia di risultare fatale per i Diavoli Rossi, ha smascherato alcune tensioni già palesate da alcune frecciatine apparse sui social negli ultimi giorni. Ad aver colpito in negativo sono state in particolari le voci di una furiosa lite in spogliatoio che avrebbe convolto alcuni dei leader della squadra: Jan Vertonghen, Kevin De Bruyne e Eden Hazard.

Questa ipotetica lite ha animato il pre partita dell’ultima gara dei gironi, quella contro la Croazia di Modric, ed ha inevitabilmente portato a tantissime domande. A queste ha risposto un altro dei volti più rappresentatici della Nazionale europea: il portiere Thibaut Courtois.

Courtois shock: “Gli ho tirato un pugno”

Thibaut Courtois, portiere del Belgio - Napolicalciolive.com
Thibaut Courtois, portiere del Belgio – Napolicalciolive.com

Il momento del portierone del Real Madrid non è di certo dei migliori ed è lontano dai fasti recenti della vittoria in Champions League con i Blancos. Contro il Marocco le sue colpe sono evidenti, in particolare in occasione del primo gol, con la traiettoria tagliata disegnata da Sabiri (e deviata da Saiss) che lo ha decisamente sorpreso portando al vantaggio degli africani.

Proprio Courtois ha quindi deciso di metterci la faccia in conferenza, commentando anche le notizie uscite sui giornali negli ultimi giorni riguardo una possibile lite tra i suoi compagni. Coinvolto sull’argomento più discusso delle ultime ore in Belgio, il numero 1 della Nazionale ha dichiarato che quanto avvenuto è stato decisamente ingingatito e che, come del resto normale vista la situazione, c’era solo nervosismo. Lui stesso, ha ammesso il giocatore del Real Madrid, era molto deluso al punto che ha tirato un pugno alla panchina, spaccandola. Un gesto che ha spiazzato molti ma che dimostra come in casa Belgio, al momento, la tranquillità sia solo un lontano ricordo.