Juve, l’ex uomo UEFA fa il punto su TV Play: ecco cosa rischiano i bianconeri

Quanto sta accadendo in casa Juve sta attirando le attenzioni dei tifosi di tutto il mondo. Un ex uomo UEFA ha illustrato le possibili sanzioni.

Il terremoto bianconero ha lasciato tutti a bocca aperta. Ad ora non c’è certezza sulle possibili penalità: un ex UEFA ha provato a fare chiarezza.

Andrea Agnelli, ex presidente della Juve napolicalciolive.com 03122022
Andrea Agnelli, ex presidente della Juve napolicalciolive.com

Il ribaltone in casa Juve è stato molto rumoroso e ha stupito tutti per il tempismo improvviso. Le dimissioni del CDA, infatti, sono state del tutto inaspettate considerando la totale assenza di indiscrezioni a riguardo.
Intanto, Exor ha già iniziato a ricostruire la società, scegliendo Ferrero come presidente e Scanavino come direttore generale. Potrebbe anche esserci spazio per Del Piero, che però vorrebbe un ruolo attivo.

Come noto, in seguito alle dimissioni hanno iniziato a circolare voci, intercettazioni ed informazioni sull’inchiesta della Procura sulle plusvalenze fittizie. Dai dialoghi dell’ex DS Paratici sono emersi dettagli che coinvolgono anche altre società come Atalanta, Genoa e Sassuolo, ma anche l’attuale direttore sportivo Cherubini, che avrebbe affermato di aver avuto il vomito a pensare a quello che stava succedendo.

Una situazione molto tesa e che richiederà del tempo prima di essere chiarita in modo definitivo. Nel frattempo, continuano ad essere rese pubbliche alcune telefonate e chat fra dirigenti e calciatori. In molti vorrebbero sapere cosa stia effettivamente rischiando la Juve: un ex uomo UEFA ha provato a fare chiarezza sul canale Twitch di TV Play.

Juve, ecco quali sono i rischi: tifosi con il fiato sospeso

Dalle intercettazioni telefoniche che stanno emergendo in questi giorni, si evince come alcuni membri della ex società siano particolarmente preoccupati. In particolare, Agnelli e Cherubini avrebbero ammesso degli errori commessi a livello finanziario. In particolare, l’attuale DS avrebbe anche dichiarato che il suo predecessore Paratici stesse “drogando” il mercato.

In una chiamata resa pubblica, l’attuale direttore del Tottenham avrebbe affermato di concludere le operazioni di mercato lavorando sia per la Juve che per l’interlocutore di turno e, in particolare, avrebbe citato Atalanta, Sassuolo e Genoa.
Le indagini proseguono e potrebbero durare per diverso tempo, con ulteriori retroscena che emergeranno nei prossimi giorni.

Intanto, l’ex presidente della camera investigativa della UEFA Umberto Lago è intervenuto sul canale Twtich di TV Play per provare a chiarire ed illustrare quelle che potrebbero essere le sanzioni ai danni dei bianconeri.

UEFA napolicalciolive.com 03122022
UEFA napolicalciolive.com

Lago ha subito chiarito un aspetto fondamentale: la base di partenza del settlement agreement con la UEFA sarebbe nato da una irregolarità. Questa la sua spiegazione: “La base dati fornita inizialmente, secondo i dati poi forniti dalla Procura, sarebbe non valida. Quindi la UEFA dovrebbe annullarlo perché la Juventus avrebbe dichiarato dati falsi”. In questo caso, dunque, la Juve rischierebbe l’esclusione dalla prossima Champions League, Europa League o Conference League.

L’ex presidente della camera investigativa ha sottolineato come l’infrazione della Juve (dovesse essere verificata) sia grave poiché ci sono in ballo dei dati fasulli. Ha poi aggiunto sulla possibile esclusione dalle competizioni UEFA: “Credo serva almeno una sentenza di primo grado o un’ammissione di colpevolezza del club”.

Finale di stagione con un solo obiettivo?

Sarà un finale di stagione anomalo per la Juve, che dovrà fare sicuramente i conti con indagini e indiscrezioni giornaliere. La società ripartirà dal DS Cherubini e dall’allenatore: entrambi, secondo alcune voci, avrebbero dato le dimissioni insieme al CDA, ma sarebbero stare respinte.

Nel caso in cui l’esclusione dalla prossima competizione UEFA dovesse diventare realtà, i bianconeri giocherebbero, di fatto, per un unico obiettivo: lo scudetto.

Juve napolicalciolive.com 03122022
Juve napolicalciolive.com

La vittoria del campionato rimarrebbe l’unico traguardo raggiungibile, poiché terminare in top 4 non avrebbe alcun valore. Al momento, la formazione di Allegri occupa il terzo posto con 31 punti raccolti in 15 partite: il distacco dal Napoli è di 10 punti.