ULTIMORA Juventus addio, club in vendita: cifre record per l’accordo

Dopo lo scandalo che ha coinvolto i vertici della società Juventus si pensa al cambio totale di rotta, per l’accordo si parla di cifre record. 

Sebbene la Juventus possa essere dai tifosi una delle quadre più criticate di sempre c’è da riconoscere che negli anni ha saputo dimostrarsi una delle società più solide del panorama nostrano, non a caso fu la prima ad avere uno stadio di proprietà, cosa che ha permesso di arrivare ad introiti da top club anche a livello continentale.

Juventus addio club in vendita, Napolicalciolive.com
Juventus addio club in vendita, Napolicalciolive.com

Lo Stadium è solo uno degli esempi della lungimiranza della Juventus sul futuro. I bianconeri ad esempio sono anche la prima squadra in Italia ad aver portato nel nostro paese il sistema delle “Squadre B”, pratica molto diffusa ad esempio in Spagna.

Ecco perché le notizie del “tracollo societario” della Vecchia Signora, nonché i vari illeciti di cui sono accusarti Agnelli e soci lasciano ancora di più l’amaro in bocca per quello che è l’ennesimo brutto episodio che ci vede coinvolti, ma come si è arrivati a tutto questo?

Juventus, dal blitz della finanza alla vendita del club: cosa sta succedendo?

Sono passati mesi dal primo blitz della guardia di finanza nelle sedi di Roma, Torino e Milano di proprietà della Juventus. Al tempo uno scenario simile era difficilmente pronosticabile, eppure alcuni giorni fa in serata la notizia che lascia attonito il mondo del calcio: l’intero CDA della squadra torinese si dimette, compreso il presidente Agnelli.

Da li in poi tutti si interrogano su cosa la giustizia abbia in serbo per i diretti interessati, ma non solo. Dopo i fatti del 2006 ci si chiede soprattutto cosa rischia il club in prima persona, visto che non sono mancate le voci secondo le quali anche in questo caso la pena potrebbe essere la retrocessione, scenario che appare tuttavia improbabile.

Juventus addio club in vendita, Napolicalciolive.com
Juventus addio club in vendita, Napolicalciolive.com

Dalle indagini sono emersi nuovi interessanti sviluppi, come ad esempio le testimonianze di Paulo Dybala sul caso della rinuncia agli stipendi: “Tanta gente pensava che noi avessimo rinunciato a quattro mesi e nessuno sapeva che noi avremmo preso tre mesi pagati più avanti” ha dichiarato il talento argentino.

Nella bufera è finito anche l’ex capitano Giorgio Chiellini, il quale tramite chat di squadra avrebbe chiesto ai giocatori di non parlare con la stampa della questione visto che la società è quotata in borsa e ne avrebbe potuto risentire. In attesa di scoprire il destino degli accusati Gianluca Ferrero è stato nominato presidente, ma la sua carica potrebbe già volgere al termine.

Juventus in cerca di acquirenti, si parla di cifre record

Dopo il polverone alzatosi contro la Vecchia Signora era lecito aspettarsi un cambio di rotta, cosa che in parte è già avvenuta tramite l’addio di Agnelli e la nomina del nuovo presidente Gianluca Ferrero, ma tutto questo potrebbe non bastare.

I bianconeri infatti sono da sempre una delle migliori, se non la migliore, squadra della Serie A che necessita di investimenti di spessore per rimanere agli alti livelli a cui ci ha abituato, ed ecco che dunque si fa largo l’ipotesi della cessione.

A sganciare la bomba è nientemeno che il Corriere Dello Sport, il quotidiano romano, sebbene le voci non siano ancora confermate, parla della volontà di Elkann di cedere la Juventus, un’idea che però non sarebbe solo sua.

Dietro questa operazione ci sarebbe anche il colosso Exor, una holding da oltre 36 miliardi di euro che potrebbe spingere verso questo scenario. Per ora si parla solo di ipotesi ovviamente, ma a rendere l’operazione ancora più complicata c’è anche la valutazione di un miliardo che rischia di scongiurare qualunque possibile investitore.

Non è da escludere nemmeno l’ipotesi che la Juventus possa attrarre l’interesse anche di investitori esteri, soprattutto in un periodo in cui i miliardi arabi sono entrati in un modo così prepotente in questo mondo, ma restano solo fantasie. Solo il tempo dunque ci dirà dunque  quale sarà la sorte di Agnelli e della sua ex squadra.