Renzi spara a ruota libera: “Sono anti-juventino! Salvini? Porta sfiga”

Il senatore è intervenuto durante la trasmissione Calciomercato.it in onda sul canale Twitch di TvPlay rilasciando dichiarazioni incredibili.

Matteo Renzi non ha mai nascosto il suo amore per il calcio e, in particolare, per la squadra della sua città, la Fiorentina. Negli anni precedenti ha più volte sostenuto sia la squadra viola che la nazionale, soprattutto quando presideva Palazzo Chigi da presidente del Consiglio.

Matteo Renzi - napolicalciolive.com
Matteo Renzi – napolicalciolive.com

Nelle ultime ore è tornato a parlare del sistema calcio in Italia, soprattutto alla luce dello scandalo che ha travolto in pochi giorni la Juventus in seguito alle dimissioni della dirigenza presieduta da Andrea Angelli. Un campanello d’allarme per l’interno sistema calcistico.

Decreto Salva Calcio: il mondo politico spaccato in due

Matteo Renzi si è espresso maggiormente su una questione molto spinosa inerente al cosiddetto Decreto Salva Calcio. Di cosa si tratta? È in breve un decreto legislativo, appena approdato al Senato, che è inserito nel più ampio Dl Aiuti Quater. Lo scopo è dare una mano al calcio italiano, una delle industrie più fruttuose a livello economico nel nostro paese. Si basa essenzialmente, oltre che sulla rateizzazione dei debiti delle società, anche sul prolungamento della durata dei contratti di licenza per i diritti tv.

Matteo Renzi- napolicalciolive.com
Matteo Renzi- napolicalciolive.com

Il Dl passa ora all’interno dell’iter legislativo delle Camere, quindi nelle prossime settmane se ne discuterà in maniera più ampia. All’interno delle varie forze politiche esistono varie opinioni in merito alla questione. C’è chi lo ritiene indispensabile e chi invece lo bolla come inutile. E proprio in questo secondo calderone di opinioni si inserisce l’ex presidente del Consiglio italiano che su TvPlay afferma che “le società di calcio devono imparare a gestire i bilanci, non si può continuare che se c’è un problema si batte cassa allo stato”. Poi prende come modello la Premier League che, come ben si sa, ha una politica sui diritti tv drasticamente diversa rispetto all’Italia: “Perché la Premier League ha come diritti televisivi 10-11 volte in più le cifre della Serie A? Perché un calciatore preferisce l’Inghilterra all’Italia?”.

Renzi: “A calcio sono meglio di Salvini”

Durante la chiacchierata su TvPlay, il senatore ha tirato fuori svariati temi, dagli stadi fino alla sua antipatia nei confronti della Juventus. “Ho fatto un emendamento la scorsa legislatura. Ricordo che una volta ero sindaco, si è rinviata Fiorentina-Milan perché i gradoni rischiavano di far cadere i tifosi. Bisogna eliminare il potere delle sovrintendenze e creare degli stadi di proprietà, anche più piccoli”. Sulla Juventus non ha dubbi: “La verità è che io sono un antijuventino viscerale, ma sono anche un garantista e il processo si farà nelle sedi opportune”.

Matteo Renzi a TvPlay- napolicalciolive.com
Matteo Renzi a TvPlay- napolicalciolive.com

Infine, un commento scherzoso sulle qualità tecniche di Salvini: “Salvini intanto porta sfiga nelle partite, con Matteo ci scherzo sopra. Nel 2006 fece la grande campagna perché l’Italia perdesse e si vinse il mondiale. Nel 2018 tifava Croazia e ha vinto la Francia. Non c ho mai giocato contro, ma lancio la sfida e sono convinto che con un tocco di palla sono meglio io. Sono pronto alla sfida”.