Mourinho grande amico degli arbitri: le parole sorprendenti del suo ex giocatore

Dal suo exploit sulla panchina del Porto di quasi vent’anni fa José Mourinho ha cambiato la storia del calcio diventando uno dei più grandi tecnici della sua generazione.

Di recente sono arrivate le parole di un suo ex calciatore che hanno rivelato alcuni aneddoti nascosti.

Mourinho Roma
José Mourinho, allenatore della Roma – napolicalciolive.com

Lo Special One è un mago nella gestione dell’esposizione mediatica ma quello che ha rivelato il calciatore mette alla luce molto altro.

Mourinho è una leggenda: nessuno come lui

Tra i personaggi più controversi che abbiano calcato i palcoscenici del calcio che conta negli ultimi 30 anni, José Mourinho, non è uno qualunque. Come detto lui stesso, è lo Special One. Le sue grandi doti sono venute alla luce durante la sua esperienza al Porto con la quale ha conquistato prima la Coppa UEFA e poi una sorprendentissima Champions League. Quel successo ha portato alla ribalta un tecnico sconosciuto ai più ma con una personalità da vendere. Roman Abramovich decide di puntare su di lui scegliendolo per il nuovo corso del Chelsea. Mourinho a Londra s’impone trionfando, però, solo dentro i confini nazionali ma portando il Chelsea al tavolo delle grandi del calcio europeo.

Mourinho Chelsea
José Mourinho, allenatore della Roma, ai tempi del Chelsea – napolicalciolive.com

Dopo l’Inghilterra arriva in Italia, all’Inter. Con i nerazzurri il tecnico portoghese scrive la storia portando a casa una Champions League che mancava da 45 lunghissimi anni. Dalla Beneamata passa al Real Madrid dove mette in bacheca Liga, Coppa del Re e Supercoppa Spagnola prima di trasferirsi nuovamente al Chelsea per conquistare la sua terza Premier League. In Inghilterra allena anche il Manchester United e conquista l’Europa League nel periodo più buio della storia dei Red Devils. La successiva parentesi al Tottenham è la più deludente e non riesce ad aggiungere trofei alla bacheca degli Spurs, cosa che invece gli riesce al primo anno alla guida della Roma dove vince la neonata Conference League.

L’ex calciatore parla di Mou: l’aneddoto svelato è sorprendente

La lunga carriera di José Mourinho, dunque, è legata da un filo conduttore: vincere. Il tecnico portoghese, infatti, non è famoso per il gioco spettacolare e avvolgente ma per la sua incredibile voglia di vincere. Un pilastro del suo Chelsea, il difensore ed ex capitano John Terry, ha parlato di lui svelando alcuni retroscena, fino ad oggi, nascosti.

Terry Chelsea
John Terry, ex difensore del Chelsea – napolicalciolive.com

L’ex difensore inglese è stato allenato dallo Special One in entrambe le parentesi del portoghese al Chelsea. È stato proprio Mou a nominarlo capitano e a farne uno dei difensori più iconici della sua generazione. Intervistato da Bein Sports, Terry ha parlato della fame di vittorie di Mourinho e svelato un retroscena del suo ex tecnico sugli arbitri: “Durante gli ultimi 15 minuti di partita, quando eravamo davanti, ci diceva che due giocatori si sarebbero dovuto buttare a terra in caso il pallone fosse arrivato nella nostra area. Da regolamento infatti se due vanno giù, possono restare in campo quando si rialzano senza avere l’obbligo di uscire prima di tornare dentro. Così il cronometro continuava ad andare e noi conquistavamo minuti fondamentali per arrivare alla vittoria“.

Profonda conoscenza del regolamento, dunque, e un po’ di malizia che contraddistinguono uno dei tecnici più vincenti della storia.