Richarlison, ritorno a Londra con sorpresa: la scritta nello spogliatoio fa il giro del web

Ritorno a Londra con sorpresa per Richarlison, l’attaccante del Tottenham è stato accolto da un messaggio scritto sulle pareti dello spogliatoio: l’autore del gesto è inaspettato!

L’attaccante del Brasile è ritornato in Inghilterra dopo l’eliminazione ai quarti dal Mondiale in Qatar, al suo arrivo è stato sorpreso da un messaggio lasciato in spogliatoio da una persona veramente speciale.

Richarlison, attaccante del Tottenham - Napolicalciolive.com
Richarlison, attaccante del Tottenham – Napolicalciolive.com

Uno dei temi più chiacchierati in vista della fine del Mondiale in Qatar è quello della stato fisico e mentale con cui i giocatori torneranno nei rispettivi club. Una competizione come la Coppa del Mondo tende infatti a risucchiare gran parte delle energie di chi partecipa, sia per l’elevata concentrazione di partite in un lasso di tempo relativamente basso, che per la grande attenzione che i giocatori hanno nei suoi confronti già molti mesi prima dell’inizio di essa.

La prima parte di stagione per tutti i club è stata molto condizionata dalla presenza del Mondiale a novembre. I giocatori, in particolar modo coloro coinvolti con maggiore certezza nelle convocazioni, hanno infatti dato a più riprese la sensazione di avere la testa già in Qatar, così come il trattamento di molti infortuni, quali ad esempio quelli di Lukaku e Di Maria, è stato diverso dal solito, molto più conservativo e mirato a far trovare i calciatori pronti a Novembre.

Oltre alla preparazione però, il Mondiale rischia di condizionare anche la seconda metà di stagione, aprendo a tanti dubbi circa le condizione mentali con cui i calciatori torneranno dal Qatar. Coloro che saranno reduci da pesanti delusioni, come ad esempio Belgio, Germania o Brasile, potrebbero risentire di quanto successo nel finale di 2022 e per questa ragione, sarà chiave il lavoro degli allenatori che dovranno tenere alto il morale anche di alcune proprie stelle: un esempio è quello del Tottenham.

Conte psicologo, il tecnico dovrà lavorare molto con i suoi

Una delle squadre che più si troverà a far fronte a giocatori delusi dalle recenti vicende legate al Mondiale è il Tottenham di Antonio Conte. I londinesi dovranno fronteggiare un ritorno con il morale basso di alcuni dei suoi giocatori più importanti come ad esempio Kane, Hojbjerg e Bentancur, i quali per motivi differenti sono tornati in Inghilterra con il pensiero di un torneo non andato secondo le aspettative.

I due centrocampisti sono entrambi usciti ai gironi con le rispettive nazionali, deludendo e non poco le aspettative che vedevano le loro Danimarca e Uruguay possibili grandi sorprese della Coppa del Mondo, ma che invece sono uscite con le ossa rotte. La situazione più delicata resta però quella di Harry Kane, la cui uscita ai quarti contro la Francia, per come è arrivata, rischia di lasciare un segno pesante sul suo prossimo futuro.

Harry Kane, attaccante dell'Inghilterra - Napolicalciolive.com
Harry Kane, attaccante dell’Inghilterra – Napolicalciolive.com

Il rigore sparato alle stelle, che avrebbe potuto pareggiare la gara contro i transalpini, potrebbe rappresentare un fardello pesante per il capitano della Nazionale e degli Spurs, il quale senza dubbio si aspettava un finale ben diverso per la sua Inghilterra. Per Conte sarà necessario lavorare sul brutto ricordo e riuscire, partendo proprio da questo, a dare nuova energia al suo attaccante per raggiungere risultati importanti con il Tottenham.

Oltre a Kane, un altro attaccante degli Spurs è tornato a Londra con uno stato d’animo non totalmente felice: il brasiliano Richarlison. Su di lui il tecnico italiano ha già iniziato il proprio lavoro sorprendendolo con una frase sulle pareti degli spogliatoi.

Richarlison il protagonista deluso: Conte prova ora a motivarlo

Tra i nomi che più hanno sorpreso nel corso del Mondiale c’è soprattutto quello di Richarlison. Il centravanti ex Everton era dato da molti come riserva del Brasile ma Tite, che in lui ha sempre creduto, ha scelto di renderlo il numero 9 titolare dei Verdeoro e a giudicare dai 3 gol e 1 assist in 4 partite, sembra aver avuto ragione. L’eliminazione ai quarti rischia però di incidere lo stesso negativamente sulla psiche dell’attaccante e per questo è intervenuto Conte.

Antonio Conte, allenatore del Tottenham - Napolicalciolive.com
Antonio Conte, allenatore del Tottenham – Napolicalciolive.com

L’ex tecnico dell’Inter, che in questi giorni ha iniziato a riabbracciare alcuni dei giocatori partiti per il Qatar, ha potuto ritrovare il suo centravanti con una settimana d’anticipo rispetto a quanto programmato, anche a causa di alcuni esami necessari per verificare lo stato di forma del brasiliano. Conte ha così scelto di cominciare il suo lavoro da mental coach affidando alle parole questo compito: “Iniziamo a vincere, poi vediamo la strada”. La frase, scritta su un foglio incollato allo spogliatoio del Tottenham, suona come un monito per tutti e non solo Richarlison, quasi a voler ricordare che è già il momento di pensare di nuovo a vincere, senza pensare a quello che ormai è il passato.