Francia, la beffa dopo la sconfitta: la frecciata social è pesantissima

La Francia è uscita sconfitta dalla finale Mondiale contro l’Argentina. Un post social lancia un messaggio molto chiaro al CT.

La tripletta Mbappé non è bastata: Messi e compagni hanno portato a casa il trofeo. Il messaggio sui social di un grande campione è una stilettata senza pietà.

Kylian Mbappé, attaccante della Francia napolicalciolive.com 18122022
Kylian Mbappé, attaccante della Francia napolicalciolive.com

La finale fra Argentina e Francia potrebbe passare alla storia come la partita del secolo: una sfida sul palcoscenico più prestigioso del mondo che ha regalato mille emozioni. I due protagonisti più attesi non hanno deluso: Messi ha siglato una doppietta e ha trascinato la sua squadra, come Mbappé che ha messo a referto una tripletta.

La partita ha offerto colpi di scena e numerosi spunti. La formazione di Scaloni si è portata sul 2-0, ma, proprio quando pareva tutto fatto, una doppia fiammata del 10 francese ha pareggiato i conti. Nei supplementari Messi ha riportato avanti i suoi, ma Mbappé ha riacciuffato l’Albiceleste dagli 11 metri.
Proprio i rigori hanno dato l’ardua sentenza: argentini in festa, francesi in lacrime.

L’amarezza per gli uomini di Didier Deschamps è stata tantissima, ma un grande campione ha rincarato la dose sui social: il suo messaggio è una vera e propria frecciata.

Francia, il grande campione infierisce: il messaggio social è una beffa

Argentina-Francia è stata una delle migliori finali di un Mondiale di sempre e ha permesso a Messi di compiere il suo sogno raggiungendo così Maradona nell’Olimpo del calcio. Il capitano argentino è stato premiato come Man of the Match e come MVP del torneo (primo della storia a riuscirsi per due volte dopo il 2014).
Ai francesi è rimasta la medaglia d’argento e il premio di capocannoniere per Mbappé, autore di otto reti in questa edizione del torneo.

Oltre alla grande delusione e all’incontenibile amarezza, la Francia ha affrontato una beffa. Ovviamente, i social sono letteralmente impazziti durante e dopo la partita: tra i più attivi ci sono stati anche giocatori e grandi campioni. Tra questi c’era anche Mesut Ozil, campione del mondo con la Germania nel 2014, che non ha usato molti giri di parole: “No Benzy, no party”.

Il tweet di Mesut Ozil napolicalciolive.com 18122022
Il tweet di Mesut Ozil napolicalciolive.com

L’ex trequartista del Real ha sottolineato il peso dell’assenza di Benzema che, come noto, ha avuto un rapporto molto complicato con la nazionale negli ultimi anni. Solo recentemente è tornato fra i convocati, ma ha dovuto dare forfeit per il Mondiale causa infortunio.
Tuttavia, la sua assenza è circondata dal mistero e questo messaggio di Ozil non ha fatto altro che alimentare i dubbi.

“No Benzy, no party”: cosa c’è dietro l’assenza di Benzema?

È storia nota: Benzema non ha giocato con la Francia per anni a causa del celebre scandalo del video di Valbuena. Solo recentemente, il CT ha deciso di richiamarlo e il bomber ha subito messo in mostra le sue doti, risultando decisivo per la vittoria della Nations League.
Naturalmente è stato convocato anche per il Mondiale, ma un infortunio rimediato in allenamento durante la preparazione ha fatto svanire il suo sogno. Tuttavia, il mistero aleggia sulla sua assenza.

Karim Benzema durante la preparazione per il Mondiale napolicalciolive.com 18122022
Karim Benzema durante la preparazione per il Mondiale napolicalciolive.com

Secondo vari media, il 9 del Real Madrid sarebbe potuto tornare in Qatar visti i rapidi tempi di recupero. Alcune indiscrezioni, però, danno per certo che sia stato proprio Benzema a rifiutarsi di tornare perché non avrebbe digerito la scelta di Deschamps di mandarlo subito a casa dopo l’infortunio, mentre lui avrebbe voluto aspettare per valutare con più calma le tempistiche per il rientro.

Benzy sarebbe stato disponibile, poiché il CT non lo ha sostituito nella lista dei convocati. Il presidente Macron lo avrebbe addirittura invitato allo stadio per la finale, ma lui avrebbe declinato. Alcuni messaggi social criptici (un post recita “Non mi interessa”) e il post di Ozil hanno alimentato ulteriormente i dubbi.