Totti non dimentica il passato e passa all’attacco: la beffa all’ex juventino

Francesco Totti non dimentica il passato e ne approfitta: durante la finale dei Mondiali che ha visto trionfare l’Argentina, mette in atto una vendetta clamorosa.

Totti e Del Piero, e la cosa è condivisa all’unanimità da tutti gli appassionati di calcio in Italia, sono da top 5 – probabilmente anche da top 3 – fra i giocatori più forti della Serie A nell’epoca del post-Maradona.

Totti e Del Piero – napolicalciolive.com

Ed anche considerando i tempi prima dell’avvento di Diego, Totti e Del Piero possono tranquillamente dire la loro in qualsiasi paragone, giustificato od assurdo che possa essere. I due hanno assistito dal vivo ad Argentina-Francia, finale dei Mondiali che ha visto l’Albiceleste prevalere ai calci di rigore. Loro due hanno arricchito la ricca platea di ospiti vip invitati per assistere all’ultimo atto della Coppa del Mondo in Medioriente. E Totti e Del Piero hanno dato spettacolo, una volta tanto senza il pallone.

Da tempo i due ex capitani e simboli rispettivamente della Roma e della Juventus sono diventati grandi amici. Ed anche in questa circostanza ce n’è stata la dimostrazione, con i leggendari numeri 10 che hanno divertito tutti con un siparietto improvvisato.

Totti e Del Piero, battute da Pallone d’Oro

A Doha c’era anche il ristorante riservato agli ospiti allo stadio. Ed ecco che il primo contatto tra i due vede un elegantissimo Del Piero, vestito in completo di colore blu intenso, ricevere un commento sarcastico da Totti.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Emanuele Mariucci (@momoasr7)

“Me sembra ‘n tranviere, me sembra…” dice sornione il buon Francesco con il suo inconfondibile accento romanesco, accompagnando delle belle risate. E Del Piero sta al gioco, per poi ricambiare poco dopo con un eloquente “Ancora a magnà state”? L’ex juventino si rivolge in maniera scherzosa a Totti ed a chi lo accompagna. Un legame che viene dal passato, dagli anni in cui entrambi sono stati protagonisti della grande vittoria dell’Italia a Berlino nel 2006 e che nessuno dei due ha mai dimenticato.

Il siparietto tra questi due grandi campioni non solo del calcio, ma anche di umanità ha divertito in tantissimi. Ed oggi il loro apprezzamento è totale, pure da parte di tifosi che, all’epoca in cui questi due grandi campioni calcavano i campi ed incantavano tutti con le loro prodezze, li hanno avversati ad ogni gol segnato contro la propria squadra del cuore.