Milan, che caos tra i pali: i rossoneri brancolano nel buio

Il Milan sta avendo seri problemi per quanto riguarda la porta ed è nel caos più totale: i rossoneri stanno brancolando nel buio.

Continuare a destare grossa preoccupazione la situazione portieri in casa Milan, con i rossoneri che dovranno fare ancora a meno di Mike Maignan. In conferenza stampa, Pioli ha fatto sapere che sarà difficile rivedere l’ex Lille tra i pali in breve tempo e la notizia preoccupa i tifosi.

Mike Maignan - napolicalciolive.com
Mike Maignan – napolicalciolive.com

L’infortunio al polpaccio subito da Maignan sembra più grave del previsto e contro la Salernitana il Milan si è dovuto affidare a Tatarusanu, ma i rossoneri sanno che il rumeno non dà garanzie per essere il titolare. I campioni d’Italia in carica pensavano di essersi tutelati con l’arrivo di Devis Vazquez, ma così non è stato poiché l’ex Guaranì è dovuto tornare subito in Colombia.

Caos portieri nel Milan: la situazione preoccupa Pioli

La situazione portieri in casa Milan possiamo definirla come grottesca per quello che stiamo vedendo ed il caso Vazquez è l’esempio più chiaro del caos che c’è tra i pali rossoneri. Il portiere colombiano di 24 anni prelevato dal Guaranì è venuto sì in Itaia, ma solo per sostenere le visite mediche e firmare il contratto fino al 2026, dopodiché è subito ripartito per la Colombia per completare l’iter burocratico, con il trasferimento in rossonero che sarà effettivo solo da metà gennaio.

Sul finire del mese, però, Vazquez potrebbe essere convocato dalla Colombia per l’amichevole contro gli USA del 28 gennaio (fuori dalle date FIFA ndr.) e Pioli potrebbe ritrovarsi solo con uno tra Tatarusanu e Mirante per quasi tutto il mese di gennaio, complicando non poco i suoi piani.

Stefano Pioli - napolicalciolive.com
Stefano Pioli – napolicalciolive.com

L’allenatore rossonero sperava di aver risolto i suoi problemi in porta, ma così non è stato ed ora inizia ad essere preoccupato soprattutto in vista della Champions League. Il Milan affronterà il Tottenham il prossimo 14 febbraio nell’andata degli ottavi di finale e c’è il serio rischio che sia uno tra Tatarusanu e Mirante a prendere il posto di Maignan quella sera, anche perché difficilmente Pioli rischierà Vazquez in una gara di simile importanza.

Non c’è da stupirsi che il Milan abbiano deciso ritornare sul mercato, con i rossoneri che paiono però brancolare nel buio e c’è il rischio di ritrovarsi poi nella seconda parte di stagione con ben 5 portieri a disposizione. I campioni d’Italia stanno seguendo vari profili per regalare a Pioli un altro estremo difensore che possa sostituire al meglio Maignan.

Il Milan sfoglia la margherita: ecco quali sono gli obiettivi dei rossoneri

Secondo quanto riportato da Repubblica, sono tanti gli obiettivi per la porta finiti nel mirino del Milan. Oltre a Sergio Rico del PSG di cui si è parlato molto in questi giorni, Maldini e Massara stanno guardando anche in Italia e stanno seguendo con interesse portieri come Cragno, Gollini e Sportiello, giocatori nettamente più giovani degli attuali vice di Maignan, con Tatarusanu che ha 36 anni e con Mirante che ne ha invece 39.

Sportiello obiettivo del Milan - napolicalciolive.com
Sportiello obiettivo del Milan – napolicalciolive.com

Il più fattibile dei tre sarebbe Sportiello, con il Milan che lo ha già bloccato per Giugno per farlo diventare a tutti gli effetti il vice-Maignan. Per liberarlo subito, l’Atalanta chiede circa 4-5 milioni di euro, una cifra che è ritenuta alta dal Milan che, però, potrebbe decidere di fare uno sforzo economico considerato che i tempi di recupero di Maignan sono ancora molto lunghi. Tuttavia, i bergamaschi faranno muro considerando il recente infortunio di Musso.