Uno degli acquisti più cari si rivela un flop: non trova spazio in squadra

Le dinamiche del calciomercato, si sa, possono portare a scelte redditizie, per calciatori e club, o dare il via ad un vero e proprio incubo per una o per entrambe le parti.

Uno degli acquisti più onerosi, infatti, si è rivelato un flop avendo trovato pochissimo spazio in squadra.

Stadio Barcellona
Panoramica campo da calcio – napolicalciolive.com

Adesso per il calciatore c’è una nuova avventura che potrebbe portarlo al riscatto.

Barcellona: quanti flop negli ultimi mercati

Dopo la Champions League conquistata a Berlino contro la Juventus nel 2015 il Barcellona non è più riuscito a tornare ai vertici del calcio europeo e mondiale. Negli ultimi anni i blaugrana, infatti, hanno attraversato una profonda crisi sfociata con le due eliminazioni consecutive ai gironi di Champions League. La gestione societaria perpetrata dall’ex presidente Josep Maria Bartomeu ha inguaiato uno dei club più in vista d’Europa. Com’è noto, l’escalation degli eventi ha portato anche ad un pesantissimo addio dell’uomo simbolo dei culés: Lionel Messi. Il tetto salariale imposto dalla Liga e i conti decisamente in rosso del club hanno portato alla separazione dalla Pulga che ha accettato la ricca corte del Paris Saint Germain. Ad incidere parecchio nelle dinamiche societarie sono stati i tanti esborsi durante le sessioni di calciomercato. Acquisti che non sempre, anzi raramente, hanno ripagato le ingenti somme spese dai blaugrana. Uno di questi è Philippe Coutinho, pagato 135 milioni per strapparlo al Liverpool e mai protagonista al Barça.

Coutinho Barcellona
Philippe Coutinho, fantasista attualmente all’Aston Villa – napolicalciolive.com

In questa speciale lista rientra anche Antoine Griezmann, sfavillante con Francia e Atletico Madrid ma vero e proprio flop al Camp Nou. Il francese, pagato 120 milioni nel 2019, è stato rispedito ai Colchoneros per 30 milioni complessivi tra prestito e riscatto. La stessa dinamica sembrava potesse essere percorsa anche da un altro degli acquisti multimilionari del Barcellona: Ousmane Dembelé. Il francese era stato prelevato dal Borussia Dortmund a soli 20 anni nel 2017 ma le sue prime stagioni in blaugrana le ha passate più in infermeria che sul campo. La scorsa stagione, però, è arrivato un insperato cambio di rotta con l’avvento di Xavi. Il tecnico, infatti, ha puntato molto su di lui facendone un punto fermo della sua formazione e venendo ripagato con prestazioni d’alto livello.

Il calciatore è un flop: la squadra decide di scaricarlo

Tra gli acquisti non felicissimi portati a termine dal Barcellona c’è anche un calciatore che in patria veniva indicato come potenziale campione. Si tratta di Matheus Fernandes, centrocampista brasiliano prelevato dai blaugrana nel 2020 dai brasiliani del Palmeiras.

Matheus Fernandes flop Barcellona
Matheus Fernandes, ex centrocampista del Barcellona – napolicalciolive.com

La storia di Matheus, inoltre, è molto particolare. I catalani lo pagarono circa 10 milioni, girandolo subito in prestito al Real Valladolid. Rientrato dal prestito il calciatore non ha mai praticamente trovato spazio al Barça e, a circa un anno dall’ingaggio, la società gli ha dato il benservito rescindendogli il contratto. La vicenda non è stata accolta bene dal calciatore che ha deciso di agire per via legali. Di recente è emerso come il Tribunale abbia dato ragione al centrocampista brasiliano oggi in forza al Red Bull Bragantino, costringendo i blaugrana a risarcirlo di una cifra di poco inferiore agli 8 milioni. Matheus Fernandes, nonostante la pessima esperienza, può vantare un record particolarissimo. Al Barcellona ha giocato complessivamente 18 minuti e, visto il risarcimento di quasi 8 milioni e la spesa di 10 milioni per il cartellino, è costato ai culés un milione per ogni minuto giocato.