Milan, un sogno per i tifosi: la società pronta a tutto per prendere proprio lui

Paolo Maldini è al lavoro e vuole regalare un sogno ai tifosi rossoneri: la società si dice pronta ad investire una cifra importante per prendere proprio lui.

Dopo il pareggio contro la Roma e l’eliminazione dalla Coppa Italia contro il Torino, i rossoneri hanno conquistato solamente un punto anche nell’ultima sfida di campionato contro il Lecce.

Maldini Milan
Paolo Maldini lavora sul mercato alla ricerca di una punta – Napolicalciolive.com

“Troppo brutta per essere vera”: non ci sarebbe frase migliore per descrivere l’ultima settimana vissuta dal Milan di Stefano Pioli. La squadra rossonera infatti, dopo aver iniziato nel migliore dei modi il 2023 battendo la Salernitana, non sta più riuscendo a vincere. Quei due gol nel finale subiti contro la Roma sembrano aver destabilizzato un gruppo che nei giorni successivi è stato eliminato agli ottavi di Coppa Italia da un Torino in dieci uomini e che poi non è riuscito ad andare oltre il 2-2 contro l’ottimo Lecce di Baroni. Un ruolino di marcia deludente che ha riportato la distanza dal Napoli capolista a ben nove lunghezze. Maldini e Massara non possono più sopportare questa situazione: per questo motivo la dirigenza ha messo gli occhi sul mercato alla ricerca di rinforzi per il futuro.

Il club rossonero cerca il riscatto, ma il rischio è altissimo

Se il Milan non vuole buttare nel cestino questa stagione, ha bisogno di cambiare fin da subito marcia. Anche perché fra poco meno di un mese arriverà una delle sfide più attese dell’anno: quella contro il Tottenham di Antonio Conte in Champions League per conquistare un posto tra le prime otto d’Europa. Un appuntamento a cui i rossoneri vogliono arrivare nelle migliori condizioni possibili per cercare di regalare un’altra grande gioia ai propri tifosi dopo lo scudetto. L’occasione per riscattarsi fin da subito è ghiotta, ma il rischio è altissimo: ecco perché.

Tomori Leao Kalulu Milan
Tomori, Leao e Kalulu esultano dopo un gol – Napolicalciolive.com

Mercoledì sera alle 20 infatti si assegna il primo trofeo dell’anno, la Supercoppa Italiana, e a spuntarla sarà solo una tra Milan e Inter. Le due squadre stanno vivendo una stagione simile da molti punti di vista, anche per questo motivo questa sfida potrebbe diventare un viatico importante sia per l’una che per l’altra. Se i rossoneri dovessero riuscire a conquistare il titolo davanti ai rivali cittadini, allora sì che la stagione potrebbe prendere una piega diversa. In caso contrario però il contraccolpo potrebbe essere molto pesante e sarebbe molto difficile riprendersi in tempi rapidi. Nel frattempo però il mercato è apertissimo e in tal senso la società ha stabilito un obiettivo primario: prendere una prima punta di livello. Le strade più calde sondate finora sono due, ecco quali.

La società ha dato la disponibilità economica, ma solo a una condizione

Con uno Zlatan Ibrahimovic ancora alle prese con i problemi al ginocchio e sempre più vicino a lasciare al termine della stagione, un Origi ancora impalpabile fino a questo momento e un Giroud che va per le 37 primavere, è diventato necessario per il Milan investire su un attaccante giovane, di prospettiva, ma già pronto a grandi palcoscenici. La società ha dato la disponibilità economica a poter investire anche una somma importante al termine della stagione, ma solo a una condizione: conquistare quanto meno un posto per la prossima Champions League.

Kolo Muani Hojlund Milan
Kolo Muani e Hojlund obiettivi di mercato del Milan – Napolicalciolive.com

Secondo Niccolò Ceccarini di Tuttomercatoweb la pista più fattibile che Maldini vorrebbe percorrere porta all’attaccante francese dell’Eintracht Francoforte Randal Kolo Muani, protagonista con la sua Nazionale ai Mondiali, che però non ha una valutazione inferiore ai 40 milioni di euro. L’altra osservata con grande attenzione ma più complicata porta al giovane centravanti classe 2003 dell’Atalanta Rasmus Hojlund. Il danese è reduce da tre gol nelle ultime tre partite di campionato e sembra essere entrato definitivamente nelle grazie di Gasperini, che vede in lui un futuro campione. La Dea difficilmente lo lascerà partire già quest’estate, ma se il Milan mettesse sul piatto una cifra importante allora la dirigenza bergamasca potrebbe decidere quanto meno di sedersi al tavolo per trattare.