De Laurentiis, svelato l’ultimo ‘schiaffo’ a Spalletti

De Laurentiis ha scelto il nuovo allenatore e ha dato un ultimo ‘schiaffo’ a Spalletti: la rivelazione è incredibile.

Alea iacta est, avrebbe detto Cesare. Il dado è tratto. Il giallo d’inizio estate, a Napoli e dintorni, un intrigo internazionale degno di Hitchcock più che di Agatha Christie, è stato finalmente risolto. Il nuovo allenatore del Napoli è Rudi Garcia. Il tecnico ex Al-Nassr erediterà la panchina bollente di Luciano Spalletti, la panchina della squadra campione d’Italia. Una scelta estremamente rischiosa per De Laurentiis, che ha voluto colpire con uno ‘schiaffo’ metaforico, un’ultima volta, il suo ex tecnico.

Nuovo allenatore Napoli
De Laurentiis, che schiaffo a Spalletti: l’ultima provocazione del presidente (LaPresse) – Napolicalciolive.com

C’è un filo rosso (o magari giallorosso, come i colori del comune di Napoli) che sembra unire i destini di Spalletti e Garcia. L’allenatore di Certaldo si era ripreso la panchina della Roma, nel gennaio 2016, ereditandola proprio dal tecnico francese, esonerato dopo una prima parte di stagione per nulla all’altezza delle aspettative, nel suo terzo anno nella Capitale.

De Laurentiis ha permesso, stavolta, a Garcia di rendere pan per focaccia al suo talentuoso collega. Anche se in questo caso non c’è stato alcun esonero, solo la volontà, da parte dell’allenatore campione d’Italia in carica, di farsi da parte per un meritato periodo di riposo, in attesa di una nuova avventura che, con tutta probabilità, lo porterà lontano dal Golfo tanto amato.

Una scelta importante e pericolosa da parte di De Laurentiis, provocatore fino in fondo con Spalletti, come dimostrato da un dettaglio emerso nelle ultime ore. Un particolare non da poco, ma che nasconde una motivazione decisamente pragmatica, come sempre accade nelle scelte del presidente azzurro.

De Laurentiis, ultimo affronto a Spalletti: stipendio super per Garcia

A distanza di sette anni dalla sua ultima apparizione in Serie A, e con un bagaglio di esperienze, tra Marsiglia, Lione e Al-Nassr, comunque importante, Rudi Garcia è pronto dunque a rimettersi in gioco su una panchina italiana. E lo farà con la sua professionalità e sicuramente con grandi motivazioni, consapevole che si tratterà, molto probabilmente, della sfida più ardua della sua carriera, per tanti punti di vista. Ardua, difficile, complessa, ma anche remunerativa. E ben oltre le aspettative.

Stipendio Garcia Napoli
Rudi Garcia, stipendio altissimo: prenderà più di Spalletti (Ansa, Franck Fife) – Napolicalciolive.com

De Laurentiis, affascinato dal tecnico transalpino, ha infatti deciso di dargli un grande credito, premiandolo fin da subito con un contratto importante, superiore ai parametri degli allenatori che si sono di recente avvicendati sulla panchina azzurra. Come rivelato da Repubblica, Garcia percepirà infatti 3 milioni di euro netti a stagione. Emolumenti superiori anche a quelli di Spalletti, che nel biennio precedente era stato pagato ‘solo’ 2,7 milioni.

Una provocazione, l’ennesima, del presidente nei confronti dell’allenatore che lo ha portato a vincere il tricolore e a umiliare tutte le grandi squadre della Serie A? Forse, se si vuole essere maliziosi. La verità però è con tutta probabilità diversa. DeLa ha infatti potuto garantire a Garcia un biennale, con opzione per il terzo, più ricco rispetto a quello firmato precedentemente da Spalletti semplicemente perché gli verrà a costare di meno.

Lo stipendio del tecnico di Certaldo, infatti, non poteva godere del decreto crescita, e quindi costava alla società partenopea quasi esattamente il doppio rispetto al netto (più di 5 milioni di euro lordi a stagione). Per Garcia è invece scattata l’agevolazione fiscale che permetterà al club di pagare le tasse solo sul 50% dell’imponibile. Il costo totale a stagione del contratto di Garcia dovrebbe quindi essere all’incirca di 4,5 milioni di euro.

Impostazioni privacy