Napoli, è già emergenza: Garcia lo perde per un mese

Il Napoli di Garcia guarda al futuro ed è già in emergenza: il top player rimarrà fuori almeno per un mese.

La storia si ripete. I corsi e ricorsi storici di vichiana memoria continuano a condannare Napoli e il Napoli. Non è ancora iniziata ufficialmente l’era Garcia, il cui contratto partirà dal 1° luglio, ma il tecnico francese si trova già a gestire una vera e propria emergenza. In vista della prossima stagione, deve infatti fare già i conti con l’assenza di almeno un mese di uno dei top player della squadra campione d’Italia.

Emergenza Garcia
Napoli, è già emergenza per Garcia: fuori un mese (Ansa, Alessandro Di Marco) – Napolicalciolive.com

Non parte proprio nel migliore dei modi l’avventura dell’ex allenatore del Lione sulla panchina del Napoli. Vero che alcune situazioni erano ampiamente prevedibili, come la cessione di Kim, ormai promesso sposo del Bayern, salvo clamorosi colpi di scena, ma è chiaro che allenare una squadra dimezzata non sarà assolutamente semplice, anche per un tecnico navigato come Garcia.

Oltre al sudcoreano, ormai in partenza, potrebbero infatti lasciare Napoli altri pezzi pregiati della squadra, ambiti dai top club di mezza Europa. E alle possibili cessioni si è aggiunta l’assenza certa di uno dei fuoriclasse della squadra, destinato nella prossima stagione a rimanere fuori per almeno un mese.

Garcia, il Napoli è già in emergenza: due top player assenti per un mese

Come nel meno desiderato dei déjà-vu, ancora una volta il Napoli si ritrova a dover fare i conti con la manifestazione meno apprezzata dal presidente De Laurentiis: la Coppa d’Africa. Grazie anche a una sua doppietta, la Nigeria di Victor Osimhen è riuscita infatti a strappare il pass per la prossima edizione, in programma tra gennaio e febbraio 2024 in Costa d’Avorio.

Osimhen in Coppa d'Africa
Osimhen lascia Napoli: rimarrà fuori un mese (Ansa, Elisabetta Baracchi) – Napolicalciolive.com

Un’edizione importante e molto attesa, e peraltro slittata all’inverno a causa dei Mondiali in Qatar (si sarebbe altrimenti disputata nel giugno del 2023). Dopo aver già saltato la precedente per infortunio e per la mancata qualificazione delle Super Aquile, stavolta Victor è riuscito a trascinare la sua squadra e sarà quindi chiamato dal 24 gennaio a rappresentare il suo paese nella sentitissima competizione africana. Un bel grattacapo per Garcia, che per lo stesso motivo dovrà fare a meno anche di Anguissa, altro pilastro della squadra azzurra.

Va però detto che non sappiamo ancora quanto potrà rappresentare davvero un problema per il Napoli la partenza di Osimhen. Il nigeriano è infatti al centro di mille voci di mercato. Potrebbe rinnovare, con un netto aumento, per rimanere a Napoli almeno un altro anno con il compito di difendere il titolo conquistato sul campo. Ma in caso di mancato rinnovo sarà con tutta probabilità destinato a partire fin da subito. Ovviamente se qualcuno avrà il coraggio di presentare l’offerta monstre, da almeno 150 milioni, desiderata da De Laurentiis.

Il futuro di Victor resta ancora da scrivere, dunque. E almeno da questo punto di vista una piccola consolazione per Garcia e i tifosi azzurri potrebbe arrivare dal mercato in entrata. Ad oggi, infatti, i nomi dei possibili sostituti del nigeriano non provengono infatti dal continente africano. In pole, secondo gli esperti di mercato, ci sarebbero Beto, bomber portoghese dell’Udinese, e Jonathan David, attaccante canadese del Lille. Due soluzioni che metterebbero al riparto da viaggi intercontinentali nella fase più ‘calda’ della stagione agonistica.

Impostazioni privacy