Home Ultime Notizie Calcio Napoli - Live News De Nicola: “Ottimismo per il recupero di Milik. Sarà il regalo sotto...

De Nicola: “Ottimismo per il recupero di Milik. Sarà il regalo sotto l’albero per Sarri”

Milik
Milik © Getty Images

L’infortunio subito da Arek Milik ha scosso fortemente l’ambiente partenopeo. Sarri infatti non ha in rosa un’alternativa di ruolo a Dries Mertens e, fino al recupero del giocatore polacco, il tecnico azzurro dovrà sperimentare nuovi assetti tattici o adattare altri attaccanti al centro per consentire al belga di rifiatare. Nella giornata di ieri il professor Mariani era intervenuto sui possibili tempi di recupero di Milik, specificando che l’attaccante potrebbe tornare in campo anche per Natale. Qualora siano confermate le aspettative per il rientro del polacco, il Napoli non avrà bisogno di ricorrere al calciomercato per integrare un nuovo attaccante in rosa.

Napoli, parla il dottor De Nicola

Quest’oggi di Milik ha parlato il medico sociale del Napoli Alfonso De Nicola. Intervenuto ai microfoni di ‘Mediaset Premium’, il dottore ha dichiarato: “Forse Mariani si è sbilanciato. Arek crede ad ogni tecnica di esercizio perché lo fa. Spero possa essere il regalo per Sarri sotto l’albero, ci stiamo impegnando tanto e penso che ce la faremo. Anche io sono ottimista”. Parole dunque di speranza in un completo recupero di Milik già per la fine di dicembre. Staremo a vedere come procederà il recupero del giocatore polacco. De Nicola ha poi commentato la convivenza lavorativa con mister Sarri: “Di lui stupisce la semplicità, diventa subito simpatico, entri nel suo modo di vedere onesto e leale. E’ una bella persona con cui si lavora molto bene”.

Il dottor De Nicola ha poi rilasciato alcune dichiarazioni anche ai microfoni di ‘Radio Kiss Kiss Napoli’: “La squadra riparte bene perché abbiamo considerato che, al di là dell’aspetto fisico che teniamo sotto controllo, le Nazionali aiutano anche a staccare la spina ed consentono ai ragazzi di trovare carica e qualche forza in più. Noi non abbiamo modo di farli staccare essendoci una partita ogni tre giorni, tutto sommato non è neanche tanto sbagliato che possano riposarsi un po’. Per chi è stato convocato dalle Nazionali invece, sicuramente c’è tanto entusiasmo e tanta adrenalina, sono tornati più carichi di prima indipendentemente dai risultati che hanno avuto. Già dai primi giorni di allenamento si è vista che c’è la volontà di mettersi apposto per gli impegni successivi.