Napoli-Torino, Sarri: “Oggi grande partita. Nessun litigio con ADL, ma…”

Sarri dopo Napoli-Torino
Napoli-Torino, Sarri ©Getty Images

Sarri dopo Napoli-Torino – Il tecnico degli azzurri parla dopo il pareggio ottenuto dalla sua squadra contro i granata allenati dall’ex Mazzarri.

Il Napoli non è riuscito ad ottenere la vittoria contro il Torino e ora la Juventus va in fuga verso lo scudetto. Dopo la vittoria di ieri dei bianconeri, infatti, il distacco è aumentato: adesso sono ben 6 i punti che separano i campani e la Juventus. Oggi al San Paolo gli azzurri sono sembrati scarichi e affannati e il match è terminato 2-2. Maurizio Sarri, intervistato ai microfoni di Mediaset Premium, ha parlato così: “Il Napoli ha fatto una partita stupenda, ma abbiamo commesso due errori sui gol degli avversari. Oggi c’era il rischio di fare una partita pessima dopo Firenze, invece ho visto un Napoli pimpante e sembra strano dirlo ma non ha concesso quasi niente nonostante i due gol. Forse il miglior Napoli degli ultimi due mesi.

Al presidente non devo replicare niente, è la persona che mi ha fatto allenare la squadra per cui tifavo da piccolo, può dire quello che vuole. Mi dispiace se non è contento ma io sento di avere la coscienza a posto. Ho cercato di fare più punti possibili, che è quello che volevano i napoletani. Futuro? Mi dispiace se il presidente non è contento ma mi interessa fino ad un certo punto. So benissimo che anche se rimango De Laurentiis ripeterà queste esternazioni.

Dimettermi? A due partite dalla fine… Inutile continuare su questo argomento, non c’è niente da aggiungere, ho fatto quello che potevo per fare più punti possibili per la squadra, se il presidente non è contento pazienza.

Non ho litigato con il presidente. Oggi ci hanno fatto festa per tutta la partita, più di così credo che un giocatore o un allenatore non possano chiedere. Per la partita di oggi sono contento perchè il campionato era già finito ma abbiamo fatto una partita di qualità, le disattenzioni difensive erano evitabili ma oggi non c’è delusione. Se parlo inglese? L’ho studiato a fondo ma potrei averlo dimenticato”.