Home Le Rubriche di napolicalciolive.com Bivio Mertens, tra Ancelotti e l’addio: il nuovo ruolo del belga a...

Bivio Mertens, tra Ancelotti e l’addio: il nuovo ruolo del belga a Napoli

Mertens dichiarazioni Napoli
Mertens ©Getty Images

In Russia con il Belgio per essere protagonista, poi il futuro da decidere con il Napoli. Per Dries Mertens saranno mesi infuocati.

Prima punta, anzi no. torna a fare l’esterno. Quanti interrogativi per Dries Mertens, il belga che dopo una stagione da lustrini con la maglia del Napoli ora vuole candidarsi a serio protagonista anche in Russia con il suo Belgio. Il Mondiale sarà per lui una vetrina importante, come se poi i club d’Europa non si fossero accorti di quanto ha fatto negli ultimi anni in azzurro: da esterno a goleador, da prezioso elemento nelle rotazioni a leader della manovra offensiva. Il Dries Mertens visto con Sarri è stato incredibile, ma ora che Sarri a Napoli non c’è più anche le voci di calciomercato sul suo futuro possono avere un senso. Il suo contratto è stato uno dei primi in assoluto ad avere una clausola rescissoria studiata appositamente per il mercato estero. Eppure, Dries Mertens ha fatto sapere qualche giorno fa di non prendere in considerazione un trasferimento in Cina. “Mia moglie Kat non vorrebbe andare fin lì. L’opportunità di farlo però l’ho avuta, anche perché è un campionato in cui bastano due anni per guadagnare quello che si percepisce in una carriera intera”, ha detto il belga.

Mercato Napoli, Mertens può lasciare l’azzurro?

“Io a Napoli sto molto bene, sono tranquillo e ho altri due anni di contratto. Quindi vedremo come va a finire”, aveva continuato Mertens, che davanti a sé ha pero un bivio. Con Ancelotti il “rischio” è di rivivere quanto vissuto con Benitez o in nazionale. Dries, infatti, tornerebbe a fare l’esterno, perché per il nuovo allenatore napoletano il belga sarà difficilmente una prima punta, vista la voglia di puntare ad un volto nuovo e sulla verve sperata di Arek Milik. Ma negli ultimi mesi, lo stesso Mertens aveva fatto capire più volte che tornare a giocare sul lato non sarebbe una cosa fin troppo gradita. La cessione resta perciò una ipotesi concreta, ma per metterla in atto servirà azionare la clausola: 28 milioni per lasciare il Napoli e pure l’Italia. Se la sentirà, Kat?