Home Le Rubriche di napolicalciolive.com Genoa-Napoli, dopo ieri sono già 7 i subentrati a segno

Genoa-Napoli, dopo ieri sono già 7 i subentrati a segno

Genoa-Napoli mertens fabian ruiz
Napoli’s Belgian forward Dries Mertens (C) and Napoli’s Spanish midfielder Fabian Ruiz (R) celebrate at the end of the Italian Serie A football match Genoa vs Napoli at the Luigi-Ferraris stadium on November 10, 2018 in Genoa. (Photo by Marco BERTORELLO / AFP) (Photo credit should read MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

All’indomani di Genoa-Napoli aumenta la lista di giocatori azzurri in gol dopo essere partiti dalla panchina: un marchio di fabbria di Ancelotti.

Anche in Genoa-Napoli sono stati decisivi i cambi attuati da Carlo Ancelotti e dai suoi collaboratori per ottenere un risultato positivo. È stato così già diverse altre volte, con gli aggiustamenti a gara in corso che hanno raddrizzato un match su binari in grado di condurre gli azzurri verso la vittoria finale. E questo più che mai testimonia come il Napoli di Ancelotti sia composto di un organico ‘largo’, non più circoscritto ad un gruppo fatto di undici titolarissimi più 3 o 4 rincalzi privilegiati nelle scelte. E non è cosa da tutti avere uno o due uomini che entrano e segnano. Al ‘Ferraris’ sono stati proprio i subentrati Mertens e Fabian Ruiz a confezionare il gol del provvisorio pareggio napoletano. Tacco del belga, tocco velenoso dello spagnolo dal limite, e sostanzialmente la tenuta del centrocampo e la manovra offensiva è migliorata con loro, acquisendo più ordine.

LEGGI ANCHE –> Genoa-Napoli, Milik e Zielinski non positivi ma è sbagliato criticarli

Genoa-Napoli, anche stavolta le sostituzioni fanno vincere gli azzurri

Ad oggi i ‘panchinari’ – che di fatto non lo sono – hanno portato in dote al Napoli 7 pesantissimi gol. Da qui al discorso relativo ad una acquisita mentalità da grande squadra il passo è breve. Con un calendario del genere, assai più difficile di quello della Juventus, gli azzurri sono stati capaci di restare a poca distanza dai bianconeri – cosa che effettivamente avverrebbe qualora il Milan di Higuain riuscisse a battere la concreta ma poco lungimirante sul piano del gioco banda di Massimiliano Allegri. E poi partirà a fine mese la corsa per far si che possa attuarsi l’aggancio alla stessa Juve, che finalmente avrà degli impegni in serie più complicati di quelli che invece il caso ha assegnato al Napoli in sede di compilazione dei calendari.

LEGGI ANCHE –> Genoa-Napoli, altra vittoria in rimonta: tanti i punti ottenuti così


Napolicalciolive.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici qui!