Home Napoli News Agente Meret: “Infortunio alle spalle. Lo scoprì Handanovic”

Agente Meret: “Infortunio alle spalle. Lo scoprì Handanovic”

CONDIVIDI
Agente Meret
Alex Meret (Instagram)

Agente Meret – Federico Pastorello, agente del portiere numero 1 del Napoli, ha parlato alla radio ufficiale del club svelando alcuni retroscena.

Federco Pastorello, agente del portiere azzurro Alex Meret, ha parlato in diretta radio a Kiss Kiss Napoli. Le sue dichiarazioni: “E’ stata una giornata intensa ha avuto tanta sfortuna ma questo problema fortunatamente adesso è alle spalle. Ci è voluto il tempo necessario ma le aspettative di rientro erano precedenti. Il tempo però è indicativo e quindi ha impiegato il tempo necessario, adesso serve un rientro graduale. Il peggio è fortunatamente alle spalle. Erede di Buffon? Di calciatori ne ho visti, sui portieri sono sempre molto prudente perchè è un ruolo molto specifico, devono essere gli esperti a parlare, gli ex portieri”. Poi il curioso retroscena: “Quando abbiamo iniziato ad interessarci di Alex fu un portiere che me ne parlò bene, Samir Handanovic. Poi era un super sconosciuto, aveva appena 14 anni e si allenò con la prima squadra quando Samir era ancora all’Udinese. Con sicurezza lui mi disse ‘di fenomeno vero ce n’è uno solo ed è Alex Meret’ “.

Per essere sempre aggiornato sul Napoli CLICCA Q

LEGGI ANCHE —> Napoli, gol Zielinski dopo quasi 800 minuti: ora la rinascita

Agente Meret: “Ha nervi saldi”

“Mi fidai ciecamente – ha continuato Pastorello – e per questo oggi posso soltanto dire che Alex è un ragazzo spettacolare, come ragazzo farà la storia del calcio italiano, abbiamo tutti grandi speranze, ovviamente in primis il Napoli che lo ha voluto fortemente. Con Handanovic abbiamo una promessa da mantenere ma sono cose personali. E’ un ragazzo per bene con una famiglia spettacolare. La mamma il papà e la sorella sono sempre stati molto uniti. E’ cresciuto con valori importanti, è cresciuto con nobiltà d’animo. Venendo da un infortunio con la SPAL se l’è portato avanti anche in Serie A. Contro l’Inter in casa alla prima in Seire A fu molto impegnato e sembrava aver giocato già 100 partite. Giocò in modo molto freddo, questa è una cosa che gli sarà molto utile in carriera, i nervi saldi sono molto utili”.

LEGGI ANCHE —> Napoli, Ounas in crescita. Col Frosinone ottima prestazione: chance ad Anfield?

“Cavani al Napoli? Non lo farei”

“Napoli agli ottavi? C’è tantissimo entusiamo col Napoli primo nel girone della morte. Devono mantenere nervi saldi e massima concentrazione cosa che sicuramente faranno. E’ un’impresa perchè hanno bisogno di un pareggio per tenere dietro il Liverpool. Il PSG credo che non mancherà la vittoria, l’avversario è l’unico abbordabile del girone. Il Liverpool in casa fa paura. Io ci credo ma sarà un’impresa passare il girone nonostante siano primi in classifica. Speriamo che Ancelotti riesca a diffondere tranquilliutà e personalità”. Su Cavani al Napoli, infine, ha detto: “Il progetto Napoli è vincente, con questa Juve arrivare secondi è già vincere. il Napoli oggi è una bellissima realtà anche in Europa. Detto questo credo che il Napoli non debba cambiare il modo di fare calcio e cioè investire su nuovi giocatori. Di Cavani, so che alla gente affascina, credo che nella realtà economica del club non so quanto possa essere utile per entrambi un uo ritorno. Poi c’è l’aspetto emotivo che non conosco ma se dovesse essere così dovrebbe essere qualcosa voluta fortemente da ambo le parti. E’ un po’ un rischio perchè ci sono giovaniche stanno facendo molto bene e che potrebbero fare le fortuna del Napoli più di Cavani. Ma sono considerazioni personali”.

LEGGI ANCHE —> Calciomercato, Diawara libera un posto a centrocampo: i possibili sostituti