Home Rubriche Liverpool-Napoli, Anfield blindato in Europa: da 18 gare senza sconfitte

Liverpool-Napoli, Anfield blindato in Europa: da 18 gare senza sconfitte

CONDIVIDI
Liverpool-Napoli Anfield
Napoli in allenamento ad Anfield ©Getty Images

Liverpool-Napoli Anfield – Lo stadio degli inglesi è una vera e propria roccaforte: l’ultima sconfitta europea fu opera proprio di Ancelotti col Real.

Stasera sarà spettacolo assicurato: il Liverpool affronta il Napoli in Champions League in una sfida che sarà determinante per entrambe per la corsa agli ottavi. Dall’altra parte del girone, invece, la Stella Rossa dovrà vedersela in casa con i pluricampioni del Paris Saint Germain. L’imperativo di Ancelotti è portare a casa un risultato positivo, che sia una vittoria o anche un pareggio, per essere sicuri al 100% di qualificarsi al turno successivo della competizione. Affrontare gli inglesi a casa loro, però, non sarà una passeggiata. L’Anfield in Europa è una vera e propria roccaforte, e da tempo immemore non vede una sconfitta. Soltanto Ancelotti può sciogliere questo ‘incantesimo’ per una curiosità che lo riguarda di persona.

Per essere sempre aggiornato sul Napoli CLICCA QUI

LEGGI ANCHE —> Liverpool-Napoli, De Laurentiis: “Uscire dalla Champions non sarebbe un dramma, il futuro è nostro”

Liverpool-Napoli Anfield, Ancelotti per rompere la maledizione

L’Anfield è imbattuto in casa da 18 partite consecutive in competizioni europee. Un dato mostruoso, che fanno del Liverpool uno dei club più temibili al mondo. Non è un caso se proprio nella scorsa stagione di Champions gli uomini di Klopp sono arrivati fino alla finale, persa poi amaramente contro il Real Madrid. Gli spagnoli ed Ancelotti sono un vero e proprio incubo per i ‘reds’. Caso vuole, infatti, che proprio con il tecnico ora al Napoli, che ai tempi allenava i madrileni (era il 2014), arrivò l’ultima sconfitta interna per il club inglese. Quel Liverpool-Real finì 0-3. Da quel momento in poi non è stata subita un’ulteriore sconfitta. Ecco quindi che il ritorno di quel vecchio incubo, Carlo Ancelotti, potrebbe essere l’ideale per rompere questa maledizione e per permettere ai partenopei di fare terra bruciata intorno a sè terminando il girone da imbattuti e, magari, anche con una vittoria.

LEGGI ANCHE –> Liverpool-Napoli, De Laurentiis: “Ancelotti ha sempre ragione”