Napoli-SPAL, Ancelotti: “Allan assente, niente acquisti a gennaio”

0
28
Ancelotti Conferenza Napoli-SPAL
Ancelotti in conferenza prima di Napoli-SPAL ©Getty Images

Carlo Ancelotti presenta il match Napoli-SPAL, partita prenatalizia che si giocherà domani pomeriggio allo stadio ‘San Paolo’.

Il mister azzurro si presenta come al solito di buon umore davanti ai tanti giornalisti presenti nella sala stampa di Castel Volturno. “C’è una bella atmosfera, complice il clima natalizio. Ci alleneremo nel mezzo delle festività, i giocatori però passeranno comunque parecchio tempo a casa. In Inghilterra le festività di fine anno sono una bella occasione per andare allo stadio, bello che succeda anche in Italia”. Koulibaly ed Insigne sono in diffida. “Ma questo non condizionerà le mie scelte. Il Napoli farà sempre il suo calcio propositivo e giocheranno quelli che ritengo i migliori. Domani c’è la SPAL, poi penseremo all’Inter. Mancherà Allan, che ha avuto un colpo della strega. Mario Rui è rientrato invece da problematiche di natura personale ma non ci sarà lo stesso. Le partite ravvicinate si gestiscono con le motivazioni. Siamo professionisti, ed anche se c’è poco tempo per allenarci, lavoriamo per fare sempre meglio. La squadra recupera velocemente dagli sforzi, e già due giorni dopo una gara vedo una ottima condizione fisica ed atletica. Arriveremo molto bene a fine stagione”.

Ancelotti conferma: “Verdi ci sarà, su Rog…”

Come vede Ancelotti il calcio italiano? “Noto maggiore partecipazione da fuori, ed una passione in aumento. Il VAR è stato di aiuto anche se va migliorato. Il nostro movimento sta bene nel complesso, se il Napoli e l’Inter fossero approdate agli ottavi di Champions si sarebbe parlato di ripresa. Invece siamo finiti in Europa League e lotteremo per vincere. Anche a livello ambientale le cose sono in ripresa, nonostante gli insulti allo stadio non manchino. Ma la Federazione ha fatto discorsi seri in proposito”. In Napoli-SPAL rientrerà Simone Verdi: “Ora è pronto per essere utilizzato. E quella di domani può essere la gara di Rog, come di Zielinski o di Fabian Ruiz. Gol nel finale? Diciamo che la componente fisica è importante e ha condizionato in maniera importante i successi allo scadere con Atalanta e Cagliari. Ha inciso come anche la buona sorte, ma la fortuna arriva solo quando te la meriti”.

LEGGI ANCHE –> Napoli-SPAL, Verdi è a disposizione di Ancelotti: possibile chance dal 1′

“L’Europa League è un nostro obiettivo, a gennaio niente acquisti”

Sorteggio positivo in Europa League, con lo Zurigo da incontrare a febbraio. “Siamo stati fortunati ma nessun avversario va mai sottovalutato. Loro hanno battuto il Bayer Leverkusen, non certo l’ultimo arrivato. Giocano in maniera veloce, dinamica e propositiva”. Sarà il primo Natale di Ancelotti a Napoli. “Non ho mai passato le feste di fine anno con 20° ed il sole. Mi sono goduto un pranzo in terrazza”. Sempre tornando al discorso forma fisica: “La nostra rosa è composta da giocatori giovani, sani e forti e che possono agire con intensità. Altri hanno invece elementi più scafati e con acciacchi. La nostra squadra è fresca”. Sul mercato di gennaio Ancelotti risponde: “Non arriverà nessuno, salvo sorprese delle quali però non sono al corrente. Sono contento del mio organico ed un eventuale arrivo creerebbe solo problemi di gestione. Non andrà via nessuno, al contempo, salve qualcuno che dirà di sentirsi insoddisfatto. Tutti i miei calciatori sono più o meno contenti”.

“Younes al top dopo la sosta, per Pavard e Todibo…”

Su Younes: “Non sarà titolare, gli serve tempo ma dopo la sosta sarà al top della forma. Nel 2019 resteremo come sempre ai vertici, con la solita voglia di lottare”. Moggi ha fatto visita alla Juventus, sensazioni? “Niente di che, lui ha lavorato lì per tanti anni ed è anche normale che sia accaduto, non mi sembra una cosa grave”. Poi bacchetta De Laurentiis, che ha ‘osato’ affermare di preferire la pizza romana. “Questione di gusti, a me piace quella morbida, a lui magari altro. Per fortuna in Italia c’è la cucina migliore al mondo”. Sulle 7 partite senza prendere gol nonostante molti cambi in difesa: “Il Napoli sa difendere, e penso che il 4-4-2 sia il sistema migliore per entrambe le fasi. Innegabile comunque che ci siano dei meriti dalle precedenti gestioni”. Infine ancora una domanda di mercato: “Se in estate arrivassero i due francesi Todibo e Pavard? Non voglio parlarne perché sarebbe una mancanza di rispetto verso la rosa e verso Hysaj, Malcuit e Maksimovic che si stanno alternando nella posizione di terzino destro. Io sono contento di loro. Poi proveremo a migliorare anche se non sarà semplice”.

LEGGI ANCHE –> Napoli-SPAL, le probabili formazioni: sorpresa Meret e Rog dal 1′