Home Le Rubriche di napolicalciolive.com Fabian Ruiz, per Ancelotti è ormai insostituibile: che ascesa dello spagnolo

Fabian Ruiz, per Ancelotti è ormai insostituibile: che ascesa dello spagnolo

Numeri Fabian Ruiz
Fabian Ruiz ©Getty Images

In Napoli-Lazio è stato tra i protagonisti più applauditi, e Fabian Ruiz è appena all’inizio: lo spagnolo è diventato un punto fermo.

La prestazione di Fabian Ruiz in Napoli-Lazio di domenica scorsa è stata sontuosa. Lo spagnolo ha giocato a tutto campo, proponendosi in diverse azioni offensive e riuscendo a vincere tutti i contrasti contro gli avversari. Tra gli aspetti che maggiormente hanno incantato c’è proprio questa sua forza fuori dal comune di aggiudicarsi i duelli individuali per uscire poi palla al piede. E dovunque Ancelotti lo abbia messo da luglio ad oggi, i voti ottenuti dall’ex Betis Siviglia sono sempre stati alti. Fabian ha ricoperto tutti i ruoli di centrocampo, giocando come esterno a sinistra e pure a destra (contro il Parma nel girone di andata, n.d.r.), ma anche in mediana o come seconda punta. Segno che l’allenatore del Napoli si fida di lui. Del resto è stato proprio il mister azzurro a spingere per averlo in squadra, facendo apparire i 30 milioni di euro della clausola rescissoria, poco più di quattro spiccioli, rispetto al valore attuale già raggiunto nel giro di appena neanche 7 mesi.

Fabian Ruiz, non c’è niente che non sai fare

Ha corso tantissimo contro la Lazio Fabian Ruiz, e mai a vuoto. Quasi si fa differenza a capire se siano le gambe o la testa a viaggiare di più ed a permettergli di fare la differenza. Proprio nei due centrali della mediana il giovane è parso molto più a suo agio. Col Betis giocava più o meno lì. Era più lontano dalla porta, e spesse volte meno libero di poter dare sfogo al suo estro. Ora invece sono già quattro i gol stagionali, con uno anche in Coppa Italia. Il suo primato personale della scorsa stagione è già stato superato e sarebbe anzi potuto essere superiore se non fosse stato per quel palo colpito con un siluro domenica sera. Il giovane spagnolo sa fare tutto ed interpreta bene entrambe le fasi come quasi nessuno sa fare in Serie A. Di certo è diventata l’ennesima certezza del Napoli targato Ancelotti.

LEGGI ANCHE –> Rinnovo Ancelotti, possibile fino al 2024. De Laurentiis valuta anche il figlio Davide


Napolicalciolive.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici qui!