Home Ultime Notizie Calcio Napoli - Live News Conferenza Napoli-Zurigo, Ancelotti: “Gara da non sottovalutare. Gioca Chiriches”

Conferenza Napoli-Zurigo, Ancelotti: “Gara da non sottovalutare. Gioca Chiriches”

Conferenza Napoli-Zurigo
Carlo Ancelotti in conferenza stampa © Getty Images

Conferenza Napoli-Zurigo – Carlo Ancelotti presenterà il match di Europa League tra azzurri e svizzeri che si giocherà domani sera allo stadio San Paolo.

Ci siamo, il giorno della verità si avvicina per gli azzurri, che domani sapranno con certezza se il proprio cammino europeo avrà un seguito oppure no. La squadra campana, a dire il vero, è già con un piede negli ottavi di EL dopo la vittoria schiacciante arrivata in casa degli svizzeri la scorsa settimana, ma domani un’altra vittoria potrebbe aiutare a creare un clima sereno dopo le polemiche delle ultime settimane per il rendimento in campionato.

Dalle 13.00 Carlo Ancelotti presenta, insieme ad Alex Meret, il match di Europa League tra Napoli e Zurigo che si giocherà al San Paolo giovedì alle ore 18.5

Queste le parole del mister: “Vale la pena guardare la partita primo perchè sono due squadre che amano giocare a calcio, due perchè abbiamo tanta voglia di fare gol. E terzo siamo concentrati sulla partita che non vogliamo sottovalutare. E’ vero che abbiamo un risultato che ci conforta, vogliamo fare una partita di alto livello. Ai tifosi non ho niente da dire, la squadra sta facendo il massimo per portare gente allo stadio. Nonostante il pareggio di Torino è stato molto apprezzato questo dalla gente”.

Per essere sempre aggiornato sul Napoli CLICCA QUI

LEGGI ANCHE —> Napoli-Zurigo, l’occasione di Verdi: Ancelotti confida molto in lui

Conferenza Napoli-Zurigo, Ancelotti: “A casa non parlo di calcio”

“Gli attaccanti hanno avuto un calo nell’ultimo periodo – ha continuato l’allenatore del Napoli – ma c’è da dire che se la difesa ha acquisito solidità è merito anche di centrocampisti e attaccanti. Nelle ultime partite c’è stato un dispendio fisico e ci saranno cambi. Su tutti metto Chiriches dall’inizio. Ognuno ha responsabilità, chi fa l’attaccante sa che ci sono momenti in cui tutto fila per il verso giusto e momenti in cui è tutto sbagliato. Mertens andava molto meglio, in generale non è solo la responsabilità degli attaccanti. E’ un problema nel fare passaggi e nei movimenti, ci vuole un po’ più di attenzione, i problema si risolve senza alchimie, manca un po’ di precisione, lucidità e serenità Centrocampisti? Anche loro sono andati vicini al gol, mi aspetterei qualcosa in più dagli esterni. Ne ho già parlato con i calciatori, siamo tutti d’accordo. In questi ultimi 3 mesi ci sono gli esami? E’ normale che negli ultimi mesi a scuola dai tutto, questo deve essere uno stimolo per tutti perchè qua si decide, adesso occorre fare uno sforzo supplementare perchè quasi ogni partita ora è determinante. Soprattutto in Europa League dove c’è ‘o dentro o fuori’. Qua se fai male una partita non ci pensi più, e noi ci vogliamo pensare fino alla fine. Calcio italiano dal punto di vista tecnico tattico è diventato forte, per il resto ci sono più o meno gli stessi problemi di sempre. Abbiamo fatto tante battaglie di cultura, speriamo si possa migliorare. Se con mia moglie parlo di tattica? Io non voglio, per chi fa il mio mestiere è fondamentale staccare la spina. Per me il calcio è una grandissima passione e non voglio rovinarla con un extra-stress. Sono io che non ne parlo a casa. Fabian e Allan? Sono giocatori bravi, quella zona viene gestita diversamente da quando c’era Hamsik. Lo stesso Diawara ha dimostrato di essere all’altezza della situazione Abbiamo coppie che si trovano molto bene insieme. Anche Zielinski può, anche se perde efficacia davanti. In quella posizione lì siamo ben coperti.

LEGGI ANCHE —> Napoli-Parma, tegola per Ancelotti: è squalifica Insigne

Conferenza Napoli-Zurigo, Ancelotti: “Squadra può migliorare”

“Pagelle? Di che materie parliamo? Questa squadra secondo me viaggia sul 7. Spero di dargli un voto più alto alla fine. Di 5 non ce ne sono, magari a livello individuale c’è stata qualche prestazione sotto tono, ma speriamo non si arrivi ad essere rimandati. Ci saranno o bocciati o promossi. Sul campionato italiano credo che ognuno deve fare il suo. Dobbiamo fare tutti gli sforzi possibili per avvicinare la Juventus, soprattutto quest’anno che ha un ruolino di marcia come nessuno in Europa. Non parlerei di play-off, ci vuole una crescita graduale in base a quallo che ogni società può fare per cercare di avvicinarci il più possibile. L’obiettivo di domani è passare il turno con una bella partita. Sugli esterni sono molto soddisfatto perchè se Hysaj sta facendo una stagione in linea con le passate, sempre molto affidabile, è arrivato un giocatore nuovo come Malcuit che staa facendo bene. Mario Rui ha fatto partite di alto livello ed altre sotto tono ma ha dato contributo in attacco. Ghoulam ha una situazione diversa per l’infortunio. Ci vuole pazienza ma sta tornando piano piano ai suoi livelli. Abbiamo alternato anche a livello tattico la spinta di più sulla fascia sinistra, ma il rendimento degli esterni è stato positivo. Avendo esterni ai quali chiedo di attaccare abbiamo anche grande solidità difensiva, segno di grande equilibrio in squadra”.


Napolicalciolive.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici qui!