Home Napoli News Napoli, nuovo San Paolo: sediolini e maxischermi in arrivo

Napoli, nuovo San Paolo: sediolini e maxischermi in arrivo

Nuovo San Paolo
Stadio ‘San Paolo’ © Getty Images

Nuovo San Paolo – Lo stadio utilizzato dagli azzurri avrà un aspetto più moderno al termine dei lavori: ci saranno sediolini azzurri e maxischermi.

Per essere sempre aggiornato sul Napoli CLICCA QUI

Sarà un San Paolo nuovo quello che prenderà forma al termine dei lavori di ristrutturazione avviati per le Universiadi di luglio. Secondo quanto riferisce Il Mattino oggi in edicola, per lo stadio utilizzato dal Napoli ci sono importanti novità. Il Comune e la società azzurra sarebbero sul punto di trovare un’intesa per qual che riguarda i sediolini nuovi da installare nell’impianto. L’idea del patron Aurelio De Laurentiis sarebbe quella di coprire le ‘mancanze televisive’, ovvero quei vuoti che spesso i tifosi lasciano nelle parti inferiori degli spalti. Ecco allora che la parte superiore dovrebbe essere completamente azzurra, mentre quella inferiore potrebbe essere di un azzurro a diverse tinte da poltrona a poltrona. Si avrà in tal modo un settore superiore colorato d’azzurro e pixellato di altri colori, mentre quello inferiore con un massimo di sei tonalità. Il rendering definitivo del progetto dovrebbe essere presentato entro un paio di giorni ed approvato anche dal calcio Napoli.

LEGGI ANCHE —> Europa League, i quarti mancano dal 2015: l’ultima impresa fu di Benitez

Nuovo San Paolo, presenti i maxischermi

Altra importante novità è quella che riguarda i maxischermi, che saranno probabilmente presenti e posizionati su Distinti e Tribune. Al termine di una riunione, svoltasi nella giornata di ieri, con in tema le ultime fasi del restyling del San Paolo, l’assessore Borriello ha confermato: “Si troverà un accordo con uno stadio di prevalenza azzurro per accontentare anche le esigenze televisive di avere qualche colore in più che consentono di assecondare quella parte importante delle riprese televisive che non va sottovalutata. Il nervosismo del presidente? Si innervosisce spesso. È nelle corde delle nostre riunioni. Guai se non fosse così. Significa che la riunione porta ai risultati. Tra qualche giorno si parte. Vogliamo salvaguardare l’identità perché il Napoli è un patrimonio dei tifosi oggi e anche in futuro. Pensare uno stadio San Paolo come la Dacia Arena non ci piace. Pensarlo con una prevalenza di azzurro è diverso. L’assenza di spettatori? I tifosi allo stadio vanno se la squadra vince e se ci sono meno punti dalla Juventus in un calcio che è da rifondare e penalizza anche il Napoli che è una squadra competitiva. Non si risolve certo con i colori allo stadio”. Il commissario delle Universiadi Basile: “Sui sediolini ci sono diverse proposte. Ci siamo presi altri due giorni di tempo e avremo dei sediolini sui sei tipologie di colori differenti”. Sua la proposta di mediazione. Azzurro su, multicolor giù con una sola certezza: sparirà il rosso”.

Nuovo San Paolo, ultime sui sediolini

Walter De Maggio in diretta a Radio Kiss Kiss Napoli ha rilanciato, a proposito dei sediolini: “La parte superiore sarà in 6 tonalità d’azzurro, quella inferiore multicolor con azzurro, giallo e marrone”. L’architetto Zavanella ha poi aggiunto: “Tempistica? Dipende da tanti fattori, ce la possono fare in 10 settimane a togliere le vecchie poltrone, far asciugare i massetti di cemento ed installare 55mila nuovi sediolini”.