Home Le Rubriche di napolicalciolive.com Napoli-Genoa, basta cali di concentrazione: ieri c’era già l’Arsenal in testa

Napoli-Genoa, basta cali di concentrazione: ieri c’era già l’Arsenal in testa

Napoli-genoa
In Napoli-Genoa serve reagire © Getty Images

La partita Napoli-Genoa di domenica prossima dovrà coincidere con un cambio di tendenza degli azzurri. La parte finale di campionato servirà ad uno scopo.

C’è un brutto biglietto da visita a fare da premessa a Napoli-Genoa di domenica prossima. La sconfitta in Empoli-Napoli di ieri è stato solo un incidente di percorso per gli azzurri. Una battuta di arresto che dimostra come la squadra di Carlo Ancelotti stia concentrando tutte le sue energie mentali sull’Europa League. Non è una cosa bella e non è un atteggiamento da grande club, ma al contempo questo lascia presagire come bisognerebbe avere fiducia in ambito internazionale in Insigne e compagni. Per quanto possa aver dato fastidio perdere come è successo ieri al ‘Castellani’, contro un avversario relegato in zona retrocessione ed assai più bisognoso di far suoi i 3 punti in palio, occorre anche fare i conti con quella che è la situazione attuale del Napoli a poco meno di due mesi dal termine della stagione. Le energie sono da dosare al milligrammo.

LEGGI ANCHE –> Napoli-Genoa, la lezione: con l’Empoli-Napoli sconfitta sul piano del gioco

Napoli-Genoa, una buona occasione per crescere in maturità

In campionato i campani hanno dato il massimo fino a questo momento, ma è parso evidente come il calo di concentrazione sia stato dettato dal match di andata dei quarti di finale di Europa League. L’Arsenal è già nei pensieri della squadra, e prima ci sarà il Genoa di mezzo. I rossoblu si ritrovano a soli 6 punti di vantaggio sulla zona retrocessione, nonostante in realtà ci siano ben 9 club dietro. Ma dopo il 4-0 subito dall’Inter è partita la contestazione, che potrebbe dare una spinta psicologica importante ai liguri. Il Napoli si trova alquanto saldamente al secondo posto, e con 8 partite dalla fine. L’Inter appare troppo incostante per riuscire a creare una rimonta che ancora oggi appare complicata. Il Milan invece in 3 partite ha rovinato quanto di buono fatto negli scorsi tre mesi.

Testa diversa in Napoli-Genoa

In campionato la banda di Ancelotti si trova nella comoda situazione di dover gestire il vantaggio sagacemente accumulato. E le prossime partite non possono che rappresentare una sorta di ‘corso su come tenere alta la concentrazione’. Perché perdere non fa mai piacere, soprattutto per come è avvenuto ieri. Sono invece le vittorie che aiutano a migliorare. Al ‘Castellani’ alcuni azzurri hanno fallito un banco di prova importante, e se saranno riutilizzati domenica sera in Napoli-Genoa, ci si aspetta che il loro impegno dal punto di vista della testa prima ancora che delle gambe sia diverso. Poi finalmente ci sarà spazio per il primo atto di coppa con l’Arsenal.


Napolicalciolive.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici qui!