Home Napoli News San Paolo, sediolini anello inferiore smontati: ora bagni e maxi-schermi

San Paolo, sediolini anello inferiore smontati: ora bagni e maxi-schermi

CONDIVIDI

San Paolo sediolini – Lo stadio del Napoli sta ricevendo i lavori di rimozione dei sediolini per l’installazione dei nuovi. Come procede il Restyling.

San Paolo sediolini
Lo Stadio San Paolo (foto Napolicalciolive)

C’è una novità, una grossa novità, in vista di Napoli-Cagliari. Il San Paolo comincia già ad assumere una forma nuova, cambiando aspetto. Ieri è stato consegnato il progetto che mostra come sarà l’impianto a fine giugno con tutti i sediolini nuovi a creare un effetto ‘pixellato’ composto da 5 colori (azzurro, blu, grigio, bianco e giallo). L’impianto audio e quello di illuminazione sono già stati completati, restano da installare i nuovi sediolini e ed i maxi-schermi, oltre a qualche altro lavoro ai bagni. Il colpo d’occhio al San Paolo, già dal prossimo match, sarà diverso dal solito e stavolta non c’entra il dato sugli spettatori. Tutto l’anello inferiore è stato infatti privato dei sediolini, stando a quello che riporta Il Mattino, e si sta aspetta di procedere allo smontaggio di quelli nella zona superiore dell’impianto, che dovrebbe essere avviato entro il prossimo 19 maggio. Il quotidiano non esclude che qualche nuovo sediolino possa apparire già prima della fine del campionato.

LEGGI ANCHE —> San Paolo, lo stadio del Napoli cambia faccia dopo i lavori! – FOTO

San Paolo sediolini, come procedono i lavori

I maxi-schermi da installare ne saranno due, di 120 metri quadrati l’uno, uno tra la Curva B e i distinti e l’altro tra la Curva A e la Tribuna Nisida, posti dunque ai lati opposti della struttura. Infine procedono i lavori ai bagni ed è in fase di aggiudicazione la gara per la costruzione di nuovi. Non manca molto alle Universiadi e finalmente sembra che il San Paolo sia in una fase avanzata. Entro un mese o poco più l’impianto potrebbe essere completamente rinnovato per accogliere come si deve gli spettacoli sportivi che dovrà ospitare. Ne trarrà vantaggio anche il Napoli, che nelle gare casalinghe vanterà un nuovo esaltante colpo d’occhio anche con pochi spettatori al seguito.