Home Rubriche Napoli-Cagliari, precedenti e statistiche: rossoblu vuol dire vittoria

Napoli-Cagliari, precedenti e statistiche: rossoblu vuol dire vittoria

CONDIVIDI

Il match Napoli-Cagliari è sinonimo di vittoria per gli azzurri negli ultimi anni, ed i rossoblu sono la seconda vittima preferita di Dries Mertens.

napoli-cagliari mertens
Dries Mertens, Napoli-Cagliari è la sua partita ©Getty Images

I numeri in vista di Napoli-Cagliari sono molto incoraggianti per la formazione azzurra. La partita di stasera è importante perché potrebbe regalare il secondo posto matematico con tre turni di anticipo alla squadra azzurra. Basterà vincere, impresa che non appare affatto proibitiva, e con i 3 punti eventuali, gli uomini allenati da Carlo Ancelotti si porterebbero così a 73 punti. Dieci in più rispetto all’Inter – reduce dallo 0-0 in casa dell’Udinese di ieri – quando mancano solo tre giornate con altri 9 punti a disposizione. Napoli-Cagliari negli ultimi anni si è sempre chiusa con il segno 1. In particolare ci sono ben 6 vittorie consecutive negli ultimi incontri con i sardi al ‘San Paolo’. Da quando il Napoli è tornato in Serie A, si registrano 21 scontri sul campo tra le due squadre, con un bilancio generale di 12 successi azzurri, 6 pareggi e sole 3 affermazioni dei sardi. Che si perdono tutte nel tempo.

LEGGI ANCHE –> Napoli-Cagliari, occasione per Verdi: la riconferma per il futuro passa da oggi

Napoli-Cagliari, numeri impressionanti nei precedenti recenti per gli azzurri

La prima avvenne il 26 agosto 2007 (2-0 al ‘San Paolo’), alla primissima gara degli azzurri di De Laurentiis in A. I rossoblu vinsero anche al ritorno 2-1, poi ottennero il successo per 2-0 nel 2008-2009, finendo per il resto sempre con il perdere o pareggiare. Inoltre, eccettuando l’1-0 dell’andata deciso dalla punizione di Milik nello scorso dicembre, nelle ultime 7 gare tra Napoli e Cagliari sia in Campania che in Sardegna ci sono stati sempre almeno 3 gol. E 6 delle ultime 7 partite a Fuorigrotta si sono chiuse con il successo azzurro. Al ‘San Paolo’ però il Napoli non vince da due partite consecutive: la striscia casalinga negativa più lunga risale ai 5 match senza i tre punti della stagione 2009/2010 nel girone di ritorno. E ancora, il Cagliari ha il peggiore attacco esterno con soli 11 gol segnati lontano dalle mura amiche.

Il Cagliari è la seconda vittima preferita di Mertens

Il Napoli invece è la seconda squadra nei campionati europei più importanti ad aver segnato direttamente da punizione (4 reti). Davanti c’è solo il Barcellona con 6. Curiosamente comunque il Cagliari è la compagine di Serie A ad aver segnato di più grazie ai cross dalle fasce: ben 16 marcature sono giunte in questo modo. Insigne e compagni invece sono la squadra italiana più brava a bucare la porta avversaria da fuori area (17). Di contro proprio il Cagliari è la peggiore in questo, con soli 2 gol giunti oltre i 16 metri, a pari merito con l’Empoli. Quando Dries Mertens vede i sardi si scatena: sono 8 i gol che il folletto azzurro ha segnato ai rossoblu in 7 incroci. E nelle ultime tre partite in particolare ha siglato 4 reti e 2 assist. Solo al Bologna ha segnato di più (10 gol). Infine proprio col Napoli il cagliaritano Pavoletti non è mai andato in gol. Non gli era mai capitato di non segnare nemmeno una volta in tutte le squadre in cui ha militato.