Home Rubriche Pallanuoto, Acquachiara ai playoff. Tortora: “Emozione unica”

Pallanuoto, Acquachiara ai playoff. Tortora: “Emozione unica”

Negli ultimi sette anni di pallanuoto, la società napoletana dell’Acquachiara ha conquistato ben 4 volte i playoff per andare nella massima serie e ha militato un anno in serie A1

Pallanuoto Acquachiara, Acampora Tortora
Acampora e Tortora, le due più esperte giocatrici della compagine napoletana

La vittoria per 13-6 in trasferta sul temuto campo del Foro Italico contro la Roma Pallanuoto ha dato alla squadra femminile dell’Acquachiara di Napoli il pass per i play off.

In 7 anni la squadra biancoazzurra allenata da Barbara Damiani ha raggiunto questo glorioso traguardo ben 4 volte oltre all’anno giocato nella massima serie sul palcoscenico dell’Olimpo della pallanuoto italiana.

Ma quest’anno il traguardo dei playoff appare ancora più prestigioso visto che l’obiettivo a inizio stagione era quello di una “comoda” salvezza. Tra impegni lavorativi e giocatrici che hanno deciso di cambiare squadra per motivi diversi, le tigri di Scampia sono riuscite ad amalgamarsi in maniera impeccabile facendo dello spirito di squadra la loro arma vincente.

Eppure la squadra di Patron Franco Porzio è sempre a un passo dall’essere all’apice dell’eccellenza italiana della pallanuoto: frutto di uno sport molto povero o di poca voglia di puntarci sopra?

Intanto le ragazze del setterosa acquachiarino si godono il traguardo dei play off.

Acquachiara, parla Roberta Tortora: “Un’emozione unica”

Acquachiara femminile
La squadra dell’Acquachiara dopo la vittoria contro la Roma Pallanuoto

Il maggior merito è senza dubbio dell’allenatrice Barbara Damiani che è stata in grado di fronteggiare questo cambiamento, affidando le chiavi della squadra alle sue più esperte giocatrici: Roberta Tortora, Chiara Foresta, Anna De Magistris, Martina Mazzola e Miriam D’Antonio. Ad affiancare le più esperte giocatrici sono state le giovani atlete del vivaio, e qualche pedina più esperta come Acampora, Migliaccio e Iavarone che però hanno dovuto fare i conti con gli impegni lavorativi.

“Nonostante un turnover forzato – dichiara Roberta Tortora, attaccante dell’Acquachiara – siamo riuscite a unirci e amalgamarci e a dare una forma alle nostre performance. E’ stata un’emozione unica festeggiare questo traguardo. Abbiamo trasformato i nostri limiti in punti di forza e questo ci ha permesso di arrivare così in alto. Ora siamo pienamente consapevoli della nostra forza e sono sicura che ci divertiremo nei play off”.

Battendo l squadra di Firenze nell’ultimo impegno casalingo, Chiara Vitiello e compagne hanno ottenuto un traguardo storico per la squadra puteolana dello Sporting Club Flegreo.