Home Calciomercato Napoli Quagliarella-Napoli, una terza ipotesi allontana il ritorno

Quagliarella-Napoli, una terza ipotesi allontana il ritorno

Quagliarella fa ritorno al Napoli: suggestione o realtà? Intanto la tentazione USA si fa sempre più forte e gli azzurri rischiano di venir tagliati fuori

Quagliarella al Napoli (Getty Images)
Quagliarella premiato al Ferraris. (Getty Images)

Capocannoniere del campionato con 26 reti e punto fisso della nuova Nazionale italiana di Roberto Mancini, Fabio Quagliarella non ha ancora smesso di incantare tutti gli appassionati, così come il Napoli di De Laurentiis non avrebbe smesso a sognare un suo ritorno in azzurro. D’altronde, un nuovo capitolo all’ombra del Vesuvio farebbe ben sperare la parte romantica del tifo partenopeo, nella speranza di riavvicinare il pubblico di Napoli alle tribune del San Paolo, riconciliandosi finalmente con quel figliol prodigo costretto all’esilio nove anni fa.

Quagliarella lusingato dal Napoli, ma occhio al pericolo USA

Come raccolto dall’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, la Sampdoria sa bene che uno come Fabio Quagliarella ha ancora qualche carta importante da giocarsi e il nuovo contratto siglato qualche mese fa fino al 2020 ne è la prova. Eppure, da Napoli importanti aperture per un ritorno in azzurro sono arrivate e non avrebbero lasciato indifferente il bomber blucerchiato. Manca ancora un contatto ufficiale tra le due dirigenze, ma il ruolo di Quagliarella all’interno della Samp è troppo importante per essere messo in discussione da un paio di lusinghe. Una tentazione forte, però, potrebbe arrivare dagli Stati Uniti, che con la sua MLS apre spesso le proprie porte a fuoriclasse e campioni provenienti da tutto il mondo, in cerca di una nuova esperienza prima del tramontare definitivo delle proprie carriere.

Un’esperienza che, d’altronde, potrebbe intrigare molto anche lo stesso Quagliarella, legatissimo sia alla sua Samp, sia alla sua Napoli, ma mai protagonista di una reale esperienza all’estero. Dunque, si dividerebbe così la volontà dell’eterno bomber stabiese, divisa com’è tra la certezza di una maglia da titolare in blucerchiato, di un ritorno romantico nella propria terra e di un’esperienza nuova lontana dall’ordinarietà del campionato italiano.