Home Calciomercato Napoli Mercato Napoli, De Laurentiis a Kiss Kiss: “James? Carlo lo desidera, ci...

Mercato Napoli, De Laurentiis a Kiss Kiss: “James? Carlo lo desidera, ci stiamo provando!”

Intervista Aurelio De Laurentiis: il presidente azzurro ha fatto il punto sul calciomercato Napoli in diretta su Radio Kiss Kiss

De Laurentiis intervista calciomercato Napoli
Aurelio De Laurentiis (Getty Images)

James Rodriguez, Kostas Manolas, Hirving Lozano. Il calciomercato Napoli è in estremo fermento, come probabilmente non vedevamo dal primo anno di Rafa Benitez, il 2013. Aurelio De Laurentiis è un fiume in piena e con l’aiuto di Giuntoli e Ancelotti sta portando a termine una serie di trattative che alzeranno parecchio il tasso tecnico del Napoli che verrà, quello dell’ultimo strappo in vista dello scudetto. E questi con tutta probabilità sono stati i temi toccati dal presidente del Napoli nella chiacchierata concessa a Radio Kiss Kiss, in quella che visto il momento particolare era attesa come una “conferenza” decisiva su tanti argomenti bollenti.

Leggi anche — > James Rodriguez-Napoli, i bookmaker non hanno dubbi: è fatta!

Intervista De Laurentiis: “James? Carlo lo desidera, un sacrificio si può fare. Tutto su Manolas e Lozano”

E le attese non sono state tradite, anzi. Aurelio De Laurentiis ha snocciolato tutti i temi sull’estate che verrà per il suo Napoli, tra amichevoli e mercato. Su quest’ultimo, ovviamente, il presidente non ha avuto timore di spiegare la situazione intorno ad James Rodriguez: Noi abbiamo sempre detto di aver bisogno di mettere appunto i due terzini e un attaccante. James risponde ad un desiderio di Ancelotti. Non so quanto risponda al 100% alle nostre esigenze di gioco, ma non si può mettere in dubbio la qualità di questo calciatore. Uno deve anche responsabilizzare il proprio mister: lo desidera fortemente, sa quanto desidera. Io allora non faccio una piega, anche se è costosissimo ho detto ‘Andiamo avanti'”.

Insomma, ADL apre le porte al numero diez colombiano, ma esclude un doppio colpo con Lozano: “Se non dovesse andare in porto la trattativa con il nostro amico Mendes, si passerà con Mino Raiola la possibilità di prendere Lozano. Prenderli entrambi? Non esageriamo. Gli altri non possiamo buttarli via, Mertens, Insigne, Younes e Milik sono straordinari e non possiamo ignorarli. Prima dobbiamo vendere, e poi possiamo comprare. Siamo in una fase di studio. Dal primo luglio passeremo ad essere più decisi nelle trattative”. 

Non sono mancate, poi, chiarimenti sulla trattativa per Kostas Manolas“Ci stiamo lavorando, soprattutto perché Albiol ha dichiarato di voler tornare in Spagna. A 34 anni, se vuoi andare via mi fai solo una cortesia. Sono chiamato a rimpiazzarlo e un buon rimpiazzo potrebbe essere Manolas. Attenzione, però, ai possibili ostacoli per la trattativa: “Con lui ci sono un po’ problemi – rivela ADL – Caratterialmente è uno che fa ogni tanto le bizze, Giuntoli dovrà confrontarsi con lui. Il nostro spogliatoio deve essere sano. Poi c’è lo scoglio Roma, dato che ha una nuova impostazione gestionale con un nuovo DS, stiamo verificando come poter acquisire ad un prezzo consono e giusto un calciatore che comincia già una certa età”. Sì al difensore greco, quindi, ma solo a prezzo d’affare:A me sta bene prendere un difensore come Manolas, con gli attributi, i centrali possono andar avanti fino a tarda età, ma non bisogna sperperare le nostre risorse. La clausola? A noi lamentano sempre di essere esagerati. Con tutto il rispetto che ho per Manolas, non ritengo valga 36 milioni, soprattutto per questioni anagrafiche”.

De Laurentiis, d’altronde, non si nasconde mai e attacca i presidenti italiani, difendendo a spada tratta il valore presente e futuro del suo Napoli: “Tanti presidenti hanno provato a prendermi dei talenti a poco e nulla, ma io non sono un disperato, ho una squadra doppia dove non mi manca nessuno. Possiamo migliorare questa squadra, lo faremo, senza mettere in crisi le nostre finanze. E’ più facile trattare con i club esteri che con quelli italiani“. E a tal proposito, il patron azzurro ricorda un esempio illustre ad avvalorare la propria tesi: “Per Higuain ci misi una telefonata di tre minuti per trovare un accordo. E speriamo di farlo anche per James”. Con questo augurio, ADL torna sull’operazione per il colombiano: “Mendes è l’agente più intelligente al mondo, nonché un amico. Sarà costoso James Rodriguez, ma se dobbiamo fare un sacrificio, lo facciamo: si può fare”.

Avanti tutta, allora, sul colombiano: il patron azzurro apre all’arrivo di James e promette: “Sarà un’estate all’insegna di un calcio spettacolare da vivere davanti all’aria condizionata. Potremo saggiare il vero Ancelotti, che quest’anno se la saprà vedere in maniera molto più corposa e avvincente. Con Conte e Sarri, sarà un campionato molto divertente”.

Infine, una parantesi anche sulle amichevoli e sulla celebre ‘sorpresa’ promessa ai tifosi azzurri: Avevo promesso un regalo ai napoletani durante il mese d’agosto. Dopo non ho potuto più parlare – spiega ADL – perché ho firmato un impegno con il Barcellona con cui non potevamo confermare l’amichevole. Ci sarà una doppia sfida il 7 agosto a Miami ed il 10 a Detroit“. Due impegni di lusso, che andranno ad aggiungersi ai tanti altri già prefissati in giro per l’Italia e per l’Europa, come ricorda lo stesso ADL: “Durante il periodo di Dimaro non giocheremo più a Trento, ma Carciato e faremo tre partite con le squadre di Serie B. Tra queste ci sarà il Benevento. Dopo di ché andremo in Scozia per giocare contro il Liverpool, vincitrice della Champions. Poi saremo a Marsiglia per giocare il 4 con l’OM. Di lì, andremo in America e poi rientreremo per preparare la prima di campionato”.