Home Calciomercato Napoli Sarri-Juventus, l’agente di Jorginho apre all’ipotesi: “Mai dire mai!”

Sarri-Juventus, l’agente di Jorginho apre all’ipotesi: “Mai dire mai!”

CONDIVIDI

Sarri, Juventus e Jorginho: un triangolo di mercato che porterebbe l’italo-brasiliano a ritrovare il suo tecnico di fiducia. Le parole dell’agente, Joao Santos.

Jorginho centrocampista Chelsea Sarri
Jorginho (Getty Images)

Sotto la guida di Maurizio Sarri si è prima ritrovato e poi esploso definitivamente. Con lui ha conquistato le vette del campionato italiano, dell’Europa e la convocazione fissa con la Nazionale Italiana. Jorginho, dopo la vittoria dell’Europa League, è ancor più un luogotenente del gioco sarrista, e sempre devoto alla causa del proprio allenatore. Ecco, allora, che in tempo di calciomercato si schiude qualunque tipo di suggestione. Il regista italo-brasiliano potrebbe essere uno dei primi rinforzi per l’ex tecnico azzurro, che potrebbe volerlo alla Juventus, proprio come l’estate scorsa lo ha voluto fortemente al Chelsea. D’altronde i rapporti tra i due club sono ottimi e l’agente del calciatore, Joao Santos non chiude all’ipotesi bianconera, come raccontato ai microfoni del Daily Mail.

Jorginho-Juventus, l’agente: “E’ un professionista, aspetteremo per capire”

Jorginho è un ragazzo ed un professionista serio, ha ancora un contratto che lo lega per altri quattro anni al Chelsea”: Joao Santos, agente del calciatore, rompe il silenzio e mette subito in chiaro le cose. Attenzione, però, alle successive dichiarazioni, con Santos che apre ad un possibile ricongiungimento con Maurizio Sarri“La Juventus? Jorge è un atleta molto professionale, aspetteremo per comprendere meglio la situazione”. D’altronde, un eventuale passato al Napoli non rappresenterebbe un ostacolo per il calciatore: “Il suo passato in azzurro – racconta Santos – non risulterebbe un problema o un qualcosa che crei disturbo per un eventuale interesse. Nel mercato non bisogna mai dire mai, tutto può succedere. Adesso pensiamo al Chelsea, Jorge è contento a Londra, ma non bisogna mai escludere nulla di questi periodi”.