Home Rubriche Perché la 11 a Lozano è un simbolo oltre il semplice numero

Perché la 11 a Lozano è un simbolo oltre il semplice numero

CONDIVIDI

Hirving Lozano si è presentato come nuovo calciatore del Napoli e ha preso la maglia numero 11 di Ounas: l’emblema di ciò che sta diventando il club azzurro

Il simbolo è tutto lì, in quel transfer che trascende il mero simbolo numerico. Hirving Lozano ha scelto la maglia 11 del Napoli, una maglia che gli è stata consegnata materialmente da Edo De Laurentiis ma idealmente gli è stata passata da Adam Ounas, l’ultimo titolare di quel numero. “Ounas gliel’ha ceduto molto volentieri”, ha detto in conferenza stampa Nicola Lombardo, ma vorremmo proprio guardare negli occhi l’algerino e chiederglielo, se è andata davvero così. Un passaggio di consegne vero e proprio, simbolico ancor più che effettivo, che spiega tanto del Napoli che è stato, del Napoli che è e soprattutto del Napoli che sarà. Lozano per Ounas, nella numerazione ufficiale ma anche nella rosa azzurra. Una “sostituzione” che vuol dire tutto, ma proprio tutto.

(L’ARTICOLO CONTINUA)

Leggi anche — > Mercato Napoli, Ounas ora è un caso: l’ultima goccia in allenamento

Mercato Napoli, Ounas va via e Lozano entra: il salto di qualità di De Laurentiis

Lozano numero 11 Napoli
Hirving Lozano si presenta e prende la maglia numero 11

E sì, perché se qualcuno non l’avesse notato il mercato Napoli ha fatto quello che è a tutti gli effetti un upgrade. Già evidente, a dirla tutta, nel passaggio (senza numero, stavolta) da Raul Albiol a Kostas Manolas: un calciatore ormai a fine carriera, seppur divino, che lascia il posto a un elemento ancora giovane e di livello internazionale. In questo caso il passaggio è ancora più evidente: Ancelotti acquista quello che è a tutti gli effetti un top player e perde Adam Ounas, ormai ad un passo dal Nizza. Bravo, per carità, ma parecchio acerbo anche soltanto per potersi giocare la maglia da titolare. E lascia il posto ad uno che titolare lo sarà parecchio, nell’idea di mister Ancelotti. L’idea della scalata del Napoli non può essere più evidente di così.
(L’ARTICOLO CONTINUA)

Napoli, il colpo Lozano e lo step verso il “miliardo”

Sembra un’ovvietà, ma non lo è per nulla in questo ambiente così avvelenato e che sembra – consentitecelo – davvero incontentabile. Il Napoli sta crescendo, come ha fatto in progressione negli ultimi 15 anni senza mai arretrare di un centimetro. In tanti, quando si parla di questo club, tirano fuori la originalissima (si fa per dire) metafora del centesimo che manca per fare l’euro. Una metafora che in realtà manca il bersaglio alla grande.

Altro che euro: De Laurentiis in 3 lustri è arrivato al milione, ora pian piano sta puntando al miliardo. Sapete quanto ci vuole per fare un milione? E sapete quanti milioni ci vogliono per fare un miliardo? Ecco, questo è il punto. Un salvadanaio enorme, da riempire con mille dei salvadanai precedenti. In questo senso l’acquisto di Lozano è un’iniezione importante. L’ennesima dimostrazione che ci vuole tempo e pazienza, ma che quel miliardo prima o poi arriverà, e stavolta non sarà solo per una botta e via. Potete starne certi.