Fabian Ruiz: “Spero si trovi l’accordo per il rinnovo. Real? L’interesse fa piacere”

0
56

Il centrocampista del Napoli Fabian Ruiz ha parlato della questione relativa al rinnovo del contratto e del suo rapporto con i tifosi partenopei

Fabian Ruiz
Fabian Ruiz in gol in Napoli-Inter ©Getty Images

Fabian Ruiz sta diventando una pedina sempre più importante nello scacchiere di Carlo Ancelotti, e dopo una stagione da comprimario conclusa in crescendo, è pronto a prendersi le chiavi del centrocampo del Napoli e compiere il definitivo salto di qualità. Le premesse sono quelle giuste, come testimoniato anche dalle prime due giornate di campionato, in cui Fabian è sempre partito nell’undici titolare, anche nella delicatissima gara persa 4-3 al photofinish contro la Juventus.

Fabian Ruiz: “Spero si trovi l’accordo per il rinnovo”

Gol Fabian Ruiz
Fabian Ruiz, gol contro l’Atalanta ©Getty Images

Dal ritiro della nazionale spagnola, il centrocampista del Napoli Fabian Ruiz ha parlato tra le varie cose anche del suo futuro, partendo dal rinnovo del contratto con gli azzurri: Ecco le sue parole riportate sul Corriere Dello Sport:“Il club e i miei rappresentanti stanno parlando e spero che arrivi l’accordo. Io sono molto contento dal primo momento in cui sono arrivato. Mi hanno dato tanta fiducia”.

NAPOLI –  Napoli è una città grande e tutta la gente tifa per il Napoli, esiste solo una squadra, i napoletani amano il calcio e il Napoli. Per loro la squadra è tutto e per noi è importante sentire la loro vicinanza”.

JUVENTUS-NAPOLI – “Siamo riusciti a recuperare contro la Juventus da 3-0 ed è stato brutto perdere la partita così, all’ultimo minuto Anche se credo  che non fosse fallo. Koulibaly? Tutti siamo con lui perché sappiamo quanto sia importante per noi e da sempre il massimo in campo”.

REAL E BARCELLONA –  “Piace essere accostati a questi club ma dico sempre che ho un contratto di quattro anni con il Napoli e sono molto contento. L’allenatore mi trasmette la fiducia che tutti giocatori desiderano”. 

CUORE DI MAMMA – “Mia madre è la più importante. Grazie a lei sono un calciatore professionista. Ha dato tutto per realizzare il mio sogno”.

IDOLI –Quando ero alla cantera del Betis, Capi. Poi Xavi e Iniesta”.