Home Napoli News Lozano col Messico fa il fenomeno mentre in Italia deve ritrovarsi

Lozano col Messico fa il fenomeno mentre in Italia deve ritrovarsi

Adattarsi al calcio italiano è difficile, lo sa bene Lozano. L’attaccante del Napoli deve riscattarsi ed intanto col Messico si rende protagonista.

Adattarsi al calcio italiano è difficile, lo sa bene Hirving Lozano. L’attaccante del Napoli dopo aver segnato all’esordio con la Juventus, ha faticato nelle successive gare. L’impatto con la Serie A l’ha messo di fronte ad un calcio più duro e tattico rispetto al campionato olandese. Nello scacchiere di Ancelotti è stato schierato sia nell’attacco a due che nel ruolo di esterno, ma non ha inciso come avrebbe voluto. Ciò non toglie che le sue qualità sono indiscusse, tanto che nelle sessanta gare giocate in due anni con il PSV, ha messo a segno ben 35 reti. Il classe ’95 si distingue dai compagni per la sua duttilità nel reparto avanzato, infatti può giocare sia da prima punta che da esterno d’attacco. Caratteristiche che fanno di lui uno dei calciatori che più fortemente ha voluto Ancelotti durante la sessione estiva del mercato.

Leggi anche —> Elmas trascina la Macedonia: ora merita più spazio

Lozano, spettacolo contro il Bermuda

Lozano Messico Napoli
Lozano in azione (Getty Images)

Intanto durante la sosta Lozano incanta con la Nazionale messicana. L’attaccante, nella sfida contro il Bermuda valida per la CONCACAF Nations League, riesce a mettere a referto due assist ed un gol. Protagonista assoluto col risultato finale di 5-1 che permette al Messico di conquistare la vetta del raggruppamento. Inoltre, c’è un gran feeling tra Lozano e la rappresentativa nazionale. Ha infatti partecipato al campionato nordamericano Under-20 del 2015, rendendosi protagonista con cinque gol e portando i suoi al successo nella competizione. Un rendimento da top player che gli è valso anche il titolo di capocannoniere del torneo. Debutta con la Nazionale maggiore nel 2016 contro il Senegal mentre segna il suo primo gol col Canada. Può vantare anche la partecipazione alla Copa America del Centenario e alle Olimpiadi 2016 in Brasile. Una delle più grandi soddisfazioni resta però il gol segnato nel primo match di Mondiali in Russia contro la Germania, che è valso la vittoria.